ICI

CTR Lombardia: esenzione Ici per le scuole paritarie

mercoledì, novembre 7th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Secondo quanto attestato dalla recente sentenza della CTR Lombardia riguardante un caso di esenzione Ici (n. 440 del 18 ottobre 2018), spetta l’esenzione all’immobile di proprietà della scuola paritaria, secondo quando previsto dall’art. 7 del Dl 504/1992, modificato dal Dl 1/2012 e Dm 200/2012. Se il Comune vuole revocare l’agevolazione deve avviare prioritariamente il contraddittorio.

Tags: , ,

L’area destinata a verde pubblico non paga ICI

giovedì, aprile 16th, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

La destinazione urbanistica di un’area a verde pubblico attrezzato preclude ai privati ogni trasformazione del suolo riconducibile alla nozione tecnica di edificazione, sicché il possesso dell’area è sottratto al regime fiscale dei suoli edificabili ai fini ICI (Cassazione n. 5592 del 25 marzo 2015).

Tags:

Scadenze: la variazione per i fabbricati rurali entro il 30 giugno

lunedì, giugno 11th, 2012 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il 30 giugno scade il termine per la presentazione delle istanze di variazione catastale nelle categorie A/6 (abitazioni) e D/10 (fabbricati strumentali, cascine, stalle, vasche per l’acquacoltura e magazzini agricoli). La presentazione può essere effettuata direttamente dal titolare dei diritti reali sui fabbricati o tramite soggetti incaricati, oppure tramite le Associazioni di categoria degli agricoltori. La domanda serve principalmente per ottenere l’esenzione dell’ICI, ma potrebbe anche servire ai fini dell’IMU per ottenere il riconoscimento dei requisiti di ruralità. Le domande, corredate dalla relativa documentazione, possono essere presentate ai competenti Uffici provinciali dell’Agenzia del Territorio mediante: consegna diretta all’Ufficio, raccomandata postale con avviso di ricevimento, fax, ai sensi dell’art. 38, comma 1, del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 44, posta elettronica certificata.

Tags: , , , , ,

L’IMU sostituisce l’imposta di scopo e rivede la base imponibile

domenica, aprile 29th, 2012 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

L’IMU sostituisce ICI e imposta di scopo, cambiando la sua base imponibile. L’emendamento al Dl 16/2012 ha esteso all’ISCOP i moltiplicatori introdotti per il calcolo della nuova tassa sulla casa. Pertanto, se un Comune decide di istituire l’imposta di scopo, dovrà farlo anche sulla scorta della nuova base imponibile creata per l’IMU. L’imposta di scopo non ha avuto molto seguaci dal 2007 fino ad oggi, solo una ventina di Comuni l’hanno adottata. Tuttavia, la modifica è stata contestata da Pd e Pdl.

Tags: , , ,

Il saldo ICI 2011

mercoledì, novembre 16th, 2011 | Notizie Fiscali | Nessun commento

Il termine per il versamento dell’ICI decorre dal 1° dicembre fino a venerdì 16 dicembre 2011. L’importo della II rata deve essere pari al saldo dell’ICI dovuta per l’intero 2011 ed è comprensivo dell’eventuale conguaglio sulla I rata. La II rata di saldo, essendo un conguaglio di imposta, deve tenere conto delle aliquote e detrazioni deliberate dal Comune per l’anno in corso. Si ricorda che alcuni Comuni hanno previsto la non obbligatorietà del versamento in acconto a giugno 2011. In tal caso, il contribuente che ha accettato tale possibilità, dovrà versare entro il 16 dicembre 2011 l’intera imposta dovuta per l’anno 2011.

Tags: , , ,

Le possibili mosse fiscali del nuovo governo Monti

martedì, novembre 15th, 2011 | Economia, Notizie Fiscali | Nessun commento

I piani del nuovo governo si muovono tra le ipotesi di nuove tasse o rientro di vecchie sul tavolo e lotta al sommerso. Nel dettaglio si parla di: una patrimoniale strutturale applicata ogni anno su tutti i beni, mobiliari e immobiliari finalizzata alla riduzione del prelievo su lavoro e imprese; un pacchetto sugli immobili con il ritorno dell’I.C.I. prima casa e il contestuale aggiornamento della percentuale di rivalutazione delle rendite catastali. Sul fronte evasione: inasprimento della lotta al “nero” partendo dalla tracciabilità dei pagamenti e pieno sostegno al nuovo redditometro, pronto ormai a misurare nel dettaglio la capacità di spesa dei contribuenti in relazione alla loro capacità contributiva.

Tags: , , , ,

Si abbassa l’aliquota IMU

mercoledì, novembre 2nd, 2011 | Notizie Fiscali | Nessun commento

Il fisco locale gioca su IMU e RES. Il decreto correttivo sul federalismo dei sindaci chiede più soldi agli inquilini e meno ai proprietari degli immobili, sanando, anche, alcuni “vizi” dell’IMU, a partire dai rincari che il nuovo tributo avrebbe imposto a imprese e commercianti. Il decreto divide il fisco municipale in due tronconi: da un lato l’IMU che coinvolge i proprietari sostituendo l’I.C.I., che andrà in pensione nel 2013 anziché nel 2014, dall’altro la RES che impatta su chi occupa gli immobili a qualsiasi titolo, sia esso proprietario o inquilino. La correzione dell’aliquota riequilibra gli effetti del decreto originario in cui il passaggio al nuovo regime avrebbe comportato un aumento medio del 18,75% a carico di proprietari e imprese. L’aliquota di riferimento dell’IMU si attesta al 6,6 per mille (era il 7,6 per mille).  

Tags: , , , ,

RES: la service tax sostituirà Tarsu e Tia

martedì, novembre 1st, 2011 | Notizie Fiscali | Nessun commento

La nuova tassa comunale, denominata RES (Rifiuti E Servizi), andrà a sostituire la Tassa per lo Smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani (TARSU) e la Tariffa di Igiene Ambientale (TIA). E’ questa una delle novità del Decreto Legislativo approvato dal Consiglio dei Ministri del 24 ottobre 2011, contenente le ultime norme correttive in materia di federalismo. Il nuovo tributo comunale, che dovrebbe entrare in vigore dal 2013, comprenderà, oltre alla tassa ambientale per lo smaltimento dei rifiuti, anche una quota per la sicurezza, l’illuminazione e la gestione delle strade (manutenzione, pulizia). La componente “rifiuti” sarà proporzionata “alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotte per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolte” mentre la componente “servizi” verrà calcolata in base al valore dell’immobile attraverso un’aliquota comunale. Saranno previste agevolazioni ed esenzioni in base al reddito e all’eventuale sovrapposizione con altri tributi (ICI e IMU). La novità di rilievo è data dal ritorno in capo ai comuni sia del potere impositivo sia della determinazione tariffaria a favore di un sistema prettamente tributario.

Tags: , , ,

MILLEPROROGHE: la social card 2011 al terzo settore

venerdì, febbraio 18th, 2011 | Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il Dl milleproroghe si appresta a varare una nuova carta acquisti per il 2011. I beneficiari (anziani e famiglie con bambini sotto i tre anni, da dicembre 2008 a dicembre 2010) dovranno avere un reddito misurato dal modello Isee con una soglia più alta dei 6.235 euro. La distribuzione sarà affidata ad enti non profit (il cd. terzo settore), il monte acquisti previsto è pari a 40 euro al mese. Si parte con una sperimentazione che interessa 10 città, quelle con più di 250mila abitanti, secondo lo schema delle aree metropolitane; saranno comprese: Roma, Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Napoli, e probabilmente Palermo o Catania. La sperimentazione ha l’obiettivo di raggiungere anche le persone senza fissa dimora escluse dalla vecchia social card perché prive della tracciabilità e della documentazione necessarie. Il Dl milleproroghe prevede una spesa di 50 milioni di euro, che arriveranno dal fondo di circa un miliardo creato nel 2008 per finanziare la social card. Dal 2008 a oggi, sono stati spesi 500milioni, a beneficio di 734mila richiedenti.

Tags: , , ,

CONTRATTI DI LOCAZIONE: dal 1° luglio cambiano le modalità

giovedì, giugno 3rd, 2010 | Notizie Fiscali | Nessun commento

In linea con la lotta anti-evasione cambiano le modalità per le registrazioni dei contratti di affitto; dal 1° luglio diventerà un problema registrare i contratti degli edifici estranei al catasto, come stabilisce il Dl 78/2010 all’articolo 19, comma 15. Lo scopo è quello di costringere i proprietari delle case a farle emergere anche sotto il profilo catastale, rendendo più difficile l’evasione fiscale IRPEF e ICI. La norma stabilisce l’indicazione dei dati catastali nella richiesta di registrazione: il modulo va compilato in via telematica o su carta. In caso di mancata o errata indicazione, si applica una sanzione di entità compresa tra il 120 e il 240% dell’importo dell’imposta di registro dovuta per la registrazione del contratto.

Tags: , , ,

SCADENZE FISCALI: il 16 giugno la rata di acconto ICI

lunedì, maggio 31st, 2010 | Notizie Fiscali | Nessun commento

Scade il 16 giugno il termine per pagare la prima rata dell’ICI 2010. Le regole per determinare l’importo dovuto e le modalità di versamento non sono cambiate rispetto all’anno scorso, è sempre bene esaminare il contenuto delle delibere adottate da ciascun comune. I soggetti passivi sono i proprietari e i soggetti titolari di un diritto reale di godimento su un immobile. Nel leasing, l’imposta è dovuta dal locatario, e non dalla società concedente, a partire dalla data di stipula del contratto. In caso di nuda proprietà il soggetto debitore è l’usufruttuario. Gli immobili soggetti sono i fabbricati, le aree fabbricabili ed i terreni agricoli. Il valore imponibile dei fabbricati si ottiene con la rendita catastale, rivalutata del 5%, moltiplicata per i coefficienti. Per le unità abitative il coefficiente è 100. Le aree fabbricabili sono assoggettate a imposta al valore di mercato esistente al 1° gennaio 2010. I terreni agricoli si tassano con il reddito dominicale moltiplicato per 75.

Tags: , ,

CASSAZIONE: l’ICI prima casa è agevolabile per unità immobiliari contigue

mercoledì, maggio 26th, 2010 | Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

I giudici di Cassazione – sentenza 12269 del 19 maggio 2010 – hanno stabilito che il contribuente ha diritto all’esenzione ICI se utilizza diversi immobili come abitazione principale, ed anche nel caso non sia l’unico titolare; quello che conta è l’effettiva utilizzazione dell’immobile come abitazione immobiliare, considerato nel suo complesso a prescindere dalle unità catastali. La sentenza è in pieno contrasto con quanto asserito, invece, dal ministero dell’Economia, secondo il quale immobili contigui ma con rendite diverse, seppur adibiti tutti ad abitazione principale del contribuente, non sono agevolabili insieme a meno della richiesta di accatastamento unitario.

Tags: , ,

ICI 2010: coefficiente più basso per i fabbricati d’impresa

lunedì, marzo 29th, 2010 | Notizie Fiscali | Nessun commento

E’ ridotto il coefficiente annuale per il calcolo dell’ICI sugli immobili di impresa. Il decreto è pubblicato sulla G.U. n. 69 del 24 marzo 2010. Sono interessati alla riduzione i fabbricati del gruppo D, non iscritti in catasto, solo se interamente posseduti da imprese e distintamente contabilizzati. L’ICI deve essere pagata sul valore risultante dalle scritture contabili fino al momento del censimento di questi immobili nel catasto con attribuzione della rendita.

Tags: ,

TRIBUTI LOCALI: niente esenzione Ici per le case date ai parenti

venerdì, gennaio 30th, 2009 | Notizie Fiscali | Nessun commento

L’immobile concesso in locazione a un soggetto che lo destina ad abitazione principale non sconta l’esenzione Ici, anche se il regolamento comunale lo assimila alla prima casa. E’ un’indicazione della commissione bilancio della Camera. Pur se dopo l’entrata in vigore del Dl 93/08 in tema di esenzione Ici i Comuni hanno emesso regolamenti che avevano autorizzato l’esenzione, il ministero dell’Economia cambia opinione affermando, che escluse alcune ipotesi tipizzate nella legge, non sono ammissibili altri casi di assimilazioni comunali. In particolare, per le case concesse in uso gratuito ai parenti e adibite da questi ad abitazione principale, i Comuni non possono modificare l’ambito giuridico “del concetto di uso gratuito”. Ne consegue che, per gli immobili affittati per abitazione principale, la normativa permette sono l’adozione di un’aliquota ridotta e non un’equiparazione alla prima casa.

Tags: ,

EVASIONE FISCALE: i Comuni e i concessionari dovranno inviare i dati Ici al Fisco

venerdì, dicembre 19th, 2008 | Notizie Fiscali | Nessun commento

I dati sui versamenti Ici e sull’Iscop (imposta di scopo) devono essere trasmessi al Fisco. I concessionari e i Comuni, secondo gli standard di sicurezza previsti dai protocolli della pubblica amministrazione, trasmetteranno telematicamente i dati distinti per contribuente e anno d’imposta. Restano esclusi i versamenti unitari fatti con F24. Il provvedimento attua le previsioni dell’art. 10 c. 5 Dlgs 504/92, che impone di determinare con decreto le modalità e i termini di trasmissione dei dati Ici da parte dei soggetti incaricati alla riscossione, ai comuni e al sistema informativo del ministero dell’Economia. L’Anci organizzerà i dati per rendere efficace l’azione accertatrice da parte dei comuni, agevolare l’integrazione telematica della Pa ed assicurare l’informazione ai contribuenti.

Tags: ,

Search