Decreto fiscale

Decreto fiscale: la definizione agevolata dei PVC

mercoledì, novembre 7th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2019 prevede la definizione agevolata dei PVC consegnati entro la data di entrata in vigore del decreto. Per accedervi sarà necessario presentare, entro il 31 maggio 2019, una dichiarazione per regolarizzare le violazioni constatate nel verbale e versare l’importo dovuto, o la prima rata in caso di versamento rateale, entro la stessa data. È esclusa la compensazione.

Tags: ,

Decreto fiscale: i contenuti

mercoledì, novembre 7th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Notizie Fiscali | Nessun commento

I contenuti del decreto fiscale prevedono: obbligo generalizzato di memorizzare e trasmettere telematicamente i corrispettivi. L’obbligo decorre dal 1/07/2019 per imprese con un un volume d’affari superiore a 400.000 euro, per gli altri dal 1/01/2020. Flat tax per partite Iva e piccole imprese: estese le soglie minime del regime forfettario fino a 65.000 euro, prevedendo un’aliquota piatta al 15%. IRES: è previsto il taglio dal 24% al 15% dell’Ires sugli utili reinvestiti per ricerca e sviluppo, macchinari e per garantire assunzioni stabili, incentivando gli investimenti e l’occupazione stabile. Flat tax al 21% sui nuovi contratti di affitto, anche commerciali;  IRES verde: si introducono incentivi fiscali per le imprese che riducono l’inquinamento, usando tecniche di produzione con minori emissioni.

Tags:

Decreto fiscale: i contenuti

mercoledì, novembre 7th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

… Continuamo con l’esposizione dei contenuti del decreto fiscale approvato. Fatturazione elettronica: entra in vigore il 1° gennaio 2019, riducendo per i primi sei mesi le sanzioni previste per chi non riuscirà ad adeguare i propri sistemi informatici; si dà la possibilità di emettere fatture entro 10 giorni dalla operazione alla quale si riferiscono. Esse devono poi essere annotate nel registro entro il giorno 15 del mese successivo alla loro emissione. Viene abrogato l’obbligo di registrazione progressiva degli acquisti. IVA: il pagamento dell’Iva slitta al momento in cui la fattura viene incassata. Processo telematico: lo si favorisce anche per la giustizia tributaria.

Tags:

Decreto fiscale: le misure di rilievo

mercoledì, novembre 7th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

E’ stato dato il via libera al decreto fiscale, ecco le misure di rilievo. Definizione agevolata: previste varie ipotesi di definizione agevolata delle controversie tra i contribuenti e il fisco. Sono interessati: i carichi affidati all’agente della riscossione a titolo di risorse proprie dell’Unione europea; le controversie tributarie nei confronti dell’Agenzia delle entrate; gli atti del procedimento di accertamento, nonchè degli atti dei procedimenti verbali di contestazione; le imposte di consumo.

Tags:

Decreto fiscale: le misure di rilievo

mercoledì, novembre 7th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

E’ stato dato il via libera al decreto fiscale, ecco le misure di rilievo. Rottamazione ter: per chi aveva già beneficiato della rottamazione bis e ha versato almeno una rata, può ridefinire il proprio debito a diverse condizioni, quali l’esclusione dal pagamento delle sanzioni e degli interessi di mora, la possibilità di rateizzare il pagamento in massimo 10 rate consecutive di pari importo, in 5 anni pagando un interesse del 2% l’anno, compensare i debiti con i crediti verso la PA. Pace fiscale: cancellazione automatica di tutti i debiti con il fisco relativi al periodo compreso dal 2000 al 2010 di importo residuo fino a 1.000 euro.

Tags:

Decreto fiscale: le novità Iva e Irpef (II parte)

venerdì, dicembre 15th, 2017 | Articoli, Economia, Finanza, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

Pubblicata la Legge n. 172 del 4 dicembre 2017, in vigore dal 5 diecembre 2017, che converte con modificazioni il Dl n. 148/2017 contenente disposizioni urgenti in materia finanziaria. Ecco le principali novità in tema di Iva e in tema di Irpef introdotte in sede di conversione. Alimenti a fini medici speciali: limitatamente ai periodi d’imposta in corso al 31 dicembre 2017 e al 31 dicembre 2018, è ammessa la detrazione fiscale del 19% per le spese sanitarie con riferimento alle spese sostenute per l’acquisto di alimenti a fini medici speciali, inseriti nella sezione A1 del Registro nazionale ex art. 7, D.M. Sanità 8 giugno 2001 con esclusione di quelli per lattanti. 5 per mille: dal 2018, per ogni esercizio finanziario, con riferimento alle dichiarazioni dei redditi relative al periodo d’imposta precedente, una quota pari al 5 per mille dell’Irpef può essere destinata a sostegno degli enti gestori delle aree protette. Canoni di affitto di studenti universitari fuori sede: in merito alla detrazione Irpef dei canoni di affitto per studenti universitari fuori sede, viene eliminato il riferimento alla Provincia diversa, ne consegue che la detrazione spetta nei casi in cui il contratto riguardi anche uno studente universitario fuori sede nella stessa Provincia purché distante dalla famiglia almeno 100 Km o 50 Km se residenti in zone montane o disagiate. La disposizione si applica limitatamente ai periodi d’imposta in corso al 31 dicembre 2017 e al 31 dicembre 2018.

Tags: , ,

Decreto fiscale: le novità Iva e Irpef (I parte)

giovedì, dicembre 14th, 2017 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

Pubblicata la Legge n. 172 del 4 dicembre 2017, in vigore dal 5 diecembre 2017, che converte con modificazioni il Dl n. 148/2017 contenente disposizioni urgenti in materia finanziaria. Ecco le principali novità in tema di Iva e in tema di Irpef introdotte in sede di conversione. Spesometro: l’invio telematico dei dati delle fatture Iva emesse e ricevute è trimestrale. E’ facoltà del contribuente di optare per l’invio semestrale. Registri Iva: la loro tenuta con sistemi elettronici è considerata regolare se in assenza della loro trascrizione su supporti cartacei nei termini di legge, in sede di accesso, ispezione o verifica risultano aggiornati e stampati a richiesta dei verificatori. Contributi associativi versati alle società di mutuo soccorso: è ammessa la detrazione fiscale del 19% dei contributi associativi per un importo non superiore a Euro 1.300 versati dai soci alle società di mutuo soccorso per assicurare agli stessi soci un sussidio nei casi di malattia, vecchiaia, o, in caso di decesso, un aiuto alle famiglie.

Tags: , ,

Detrazioni alimenti a fini medici speciali: le novità dal decreto fiscale

giovedì, dicembre 14th, 2017 | Articoli, Economia, Finanza, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

La legge n.172/2017, di conversione del decreto fiscale collegato alla legge di bilancio, introduce la possibilità di ottenere una detrazione fiscale pari al 19% delle spese sostenute per l’acquisto “di alimenti a fini medici speciali, inseriti nella sezione A1 del Registro nazionale di cui all’art.7 del decreto del Ministro della sanità 8.6.2001, pubblicato in GU n.154 del 5.7.2001”. La detrazione spetta ai soggetti affetti da patologie che necessitano di suddetti alimenti, dalle malattie metaboliche congenite al diabete. Sono esclusi gli alimenti per celiaci, contenuti nella sezione A2 del citato Registro e gli alimenti destinati ai lattanti. Il beneficio riguarderà i periodi di imposta in corso al 31 dicembre 2017 e al 31 dicembre 2018.

Tags: ,

IVA Spesometro: le novità contenute nel decreto fiscale

lunedì, dicembre 11th, 2017 | Articoli, Economia, Finanza, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

Il Dl n.148/2017 convertito in legge dal Parlamento, introduce importanti novità in merito alla comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute e delle relative note di variazione. Tre sono i punti rilevanti: cambia, dal 2018, la cadenza temporale dello spesometro passando da trimestrale a semestrale, permane però la possibilità per i contribuenti di effettuare l’invio dei dati con cadenza trimestrale; sempre a partire dal 2018; sarà anche possibile trasmettere un documento riepilogativo per le fatture di importo inferiore ai 300 euro, al momento oggetto di indicazione analitica dei dati di suddette fatture; non verranno applicate sanzioni per gli errori commessi nell’invio dei dati relativi al primo semestre 2017, purché gli eventuali errori vengano sanati entro l’8 febbraio 2018, scadenza relativa all’invio dei dati relativi al secondo semestre 2017. Si ricorda che la comunicazione riguarda i dei dati delle fatture emesse, ricevute e registrate (comprese le bollette doganali), nonché delle relative note di variazione, ed è stata introdotta con il Dl n.193/2016.

Tags: , ,

Decreto fiscale: detrazione d’imposta per studenti fuori sede

martedì, dicembre 5th, 2017 | Articoli, Economia, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

La detrazione d’imposta per canoni di locazione, prevista per gli studenti universitari fuori sede, viene estesa anche all’ipotesi in cui l’università sia ubicata in un comune distante da quello di residenza almeno 50 km e gli studenti fuori sede siano residenti in zone montane o disagiate. La detrazione in esame si applica limitatamente ai periodi d’imposta 2017 e 2018.

Tags: ,

Decreto fiscale: notifica delle cartelle

Riguardo la notifica delle cartelle, nel caso in cui la notifica sia eseguita da messi comunali o da agenti della polizia municipale, si stabilisce che, quando ai fini del perfezionamento della notifica sono necessarie più formalità, le stesse possono essere compiute, in un periodo di tempo non superiore a 30 giorni, da soggetti diversi tra quelli indicati, ciascuno dei quali certifica l’attività svolta mediante relazione datata e sottoscritta.

Tags: ,

Decreto fiscale: agevolazioni investimenti pubblicitari e audiovisivo

Viene modificata la disciplina del credito d’imposta relativo agli investimenti pubblicitari incrementali su quotidiani, periodici e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali: l’agevolazione viene estesa anche agli enti non commerciali e anche a fronte di investimenti effettuati sulla stampa online. Per il 2018 il credito di imposta è concesso nel limite complessivo, che costituisce tetto di spesa, pari a 62,5 milioni di euro.

Tags: ,

Decreto fiscale: split payment

Ampliata la sfera soggettiva di applicazione dello split payment, che viene esteso anche alle operazioni effettuate nei confronti dei seguenti soggetti: enti pubblici economici nazionali, regionali e locali, comprese le aziende speciali e le aziende pubbliche di servizi alla persona; fondazioni partecipate da amministrazioni pubbliche per una percentuale complessiva del fondo di dotazione non inferiore al 70%; società controllate direttamente dalla presidenza del Consiglio dei ministri e dai ministeri; società controllate direttamente o indirettamente da amministrazioni pubbliche o da enti e società assoggettate allo split payment; società partecipate, per una percentuale complessiva del capitale non inferiore al 70%, da amministrazioni pubbliche o da enti e società assoggettate allo split payment; società quotate inserite nell’indice Ftse Mib della Borsa italiana identificate agli effetti dell’Iva. Un successivo decreto del Mef avrà il compito di definire le modalità di attuazione del nuovo perimetro degli enti ricompresi nell’ambito di applicazione della scissione dei pagamenti. Le nuove disposizioni sono efficaci a decorrere dal 1° gennaio 2018.

Tags: ,

Il decreto fiscale: le novità

lunedì, dicembre 4th, 2017 | Articoli, Economia, Finanza, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

Previste nuove e più favorevoli misure agevolative a favore dei territori di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpiti dai terremoti del 2016 e del 2017: viene modificata la disciplina della sospensione dei termini relativi agli adempimenti e ai versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria. Si prevede, infatti, che tali adempimenti e versamenti, oggetto di sospensione, sono effettuati entro il 31 maggio 2018 senza applicazione di sanzioni e interessi, anche mediante rateizzazione fino ad un massimo di 24 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di maggio 2018; i termini per la notifica delle cartelle di pagamento e per la riscossione delle somme risultanti dagli atti di accertamento esecutivo e delle somme dovute all’Inps, nonché le attività esecutive da parte degli agenti della riscossione e i termini di prescrizione e decadenza relativi all’attività degli enti creditori, ivi compresi quelli degli enti locali, riprendono a decorrere dal 1° giugno 2018.

Tags: , , , ,

Il decreto fiscale: le novità

lunedì, dicembre 4th, 2017 | Articoli, Economia, Finanza, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

Vario è il panorama delle disposizioni di favore previste a favore dei contribuenti dei territori che sono stati colpiti da calamità naturali. Introdotte misure più favorevoli nei confronti delle persone fisiche, che alla data del 21 agosto 2017, avevano la residenza ovvero la sede operativa nel territorio dei comuni di Casamicciola Terme, Lacco Ameno e Forio: il termine di scadenza della sospensione dei termini relativi ai versamenti e agli adempimenti tributari (già previsto dal Dm 20 ottobre 2017) è prorogato al 30 settembre 2018; la sospensione è subordinata alla richiesta del contribuente che deve contenere anche la dichiarazione di inagibilità, in tutto o in parte, della casa di abitazione, dello studio professionale o dell’azienda. La richiesta deve essere trasmessa agli uffici dell’Agenzia delle entrate territorialmente competenti; gli adempimenti e i versamenti che scadono nel periodo di sospensione dal 21 agosto 2017 al 30 settembre 2018 sono effettuati in unica soluzione entro il 16 ottobre 2018; non si procede al rimborso di quanto già versato; i redditi dei fabbricati ubicati nei tre comuni sopra indicati, purché distrutti od oggetto di ordinanze sindacali di sgombero, comunque adottate entro il 31 dicembre 2017, in quanto inagibili totalmente o parzialmente, non concorrono alla formazione del reddito imponibile ai fini Irpef e Ires, fino alla definitiva ricostruzione e agibilità dei fabbricati e, comunque, fino all’anno di imposta 2018; per gli stessi fabbricati viene prevista l’esenzione da Imu e Tasi, a decorrere dalla rata scadente successivamente al 21 agosto 2017 fino alla definitiva ricostruzione o agibilità dei fabbricati e, comunque, fino all’anno di imposta 2018; per beneficiare delle agevolazioni il contribuente può dichiarare, entro il 28 febbraio 2018, la distruzione o l’inagibilità totale o parziale del fabbricato all’autorità comunale, che, nei successivi 20 giorni, trasmette copia dell’atto di verificazione all’ufficio dell’Agenzia delle entrate territorialmente competente.

Tags: , ,

Il decreto fiscale: le novità

lunedì, dicembre 4th, 2017 | Articoli, Economia, Finanza, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

Vario è il panorama delle disposizioni di favore previste a favore dei contribuenti dei territori che sono stati colpiti da calamità naturali. Alluvione del 9 settembre 2017 in Toscana: per le persone fisiche e le imprese che, alla data del 9 settembre 2017, avevano rispettivamente la residenza e la sede legale (ovvero la sede operativa) nei comuni di Livorno, Rosignano Marittimo e Collesalvetti sono sospesi i termini dei versamenti e degli adempimenti tributari, inclusi quelli derivanti da cartelle di pagamento e da avvisi di accertamento esecutivi, con scadenza compresa tra il 9 settembre 2017 e il 30 settembre 2018. È escluso, tuttavia, il rimborso di quanto eventualmente già versato. Gli adempimenti e i versamenti sospesi devono essere effettuati, in unica soluzione, entro il 16 ottobre 2018. Per coloro che non dichiarano l’inagibilità della casa, dello studio professionale o dell’azienda, la sospensione si applica dal 9 settembre 2017 alla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto in esame. Gli stessi soggetti effettuano gli adempimenti e i versamenti sospesi entro il 19 dicembre 2017.

Tags: ,

Il decreto fiscale è legge: le novità

lunedì, dicembre 4th, 2017 | Articoli, Economia, Finanza, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

Novità anche per la trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute: nei confronti dei soggetti passivi Iva che hanno erroneamente trasmesso i dati delle fatture emesse e ricevute per il primo semestre 2017 viene prevista la disapplicazione delle sanzioni previste dalla legge (cfr articolo 11, commi 1 e 2-bis, Dlgs 471/1997) a condizione che le comunicazioni siano eseguite correttamente entro il 28 febbraio 2018; viene introdotta la facoltà dei contribuenti di effettuare la trasmissione dei dati con cadenza semestrale, limitando i dati da inviare alla partita Iva dei soggetti coinvolti nelle operazioni;  in luogo dei dati delle fatture emesse e di quelle ricevute di importo inferiore a 300 euro, registrate cumulativamente, è possibile trasmettere i dati del documento riepilogativo;  le amministrazioni pubbliche sono esonerate dalla comunicazione dei dati delle fatture emesse nei confronti dei consumatori finali; vengono esonerati dalla comunicazione anche i produttori agricoli con un volume d’affari non superiore a 7mila euro, costituito per almeno 2/3 dalla cessione dei prodotti agricoli (cfr articolo 34, comma 6, Dpr 633/1972). Con un successivo provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate verranno stabilite le modalità di attuazione delle nuove disposizioni.

Tags: , ,

Decreto fiscale: sterilizzazione dell’incremento delle aliquote Iva per il 2018

lunedì, dicembre 4th, 2017 | Articoli, Economia, Finanza, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

Per evitare l’aumento delle aliquote Iva nel 2018, si prevede il reperimento di ulteriori risorse.

Tags: ,

Il decreto fiscale è legge: le novità

venerdì, dicembre 1st, 2017 | Articoli, Economia, Finanza, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

Novità anche per la trasmissione dei dati delle fatture emesse e ricevute: nei confronti dei soggetti passivi Iva che hanno erroneamente trasmesso i dati delle fatture emesse e ricevute per il primo semestre 2017 viene prevista la disapplicazione delle sanzioni previste dalla legge (cfr articolo 11, commi 1 e 2-bis, Dlgs 471/1997) a condizione che le comunicazioni siano eseguite correttamente entro il 28 febbraio 2018; viene introdotta la facoltà dei contribuenti di effettuare la trasmissione dei dati con cadenza semestrale, limitando i dati da inviare alla partita Iva dei soggetti coinvolti nelle operazioni;  in luogo dei dati delle fatture emesse e di quelle ricevute di importo inferiore a 300 euro, registrate cumulativamente, è possibile trasmettere i dati del documento riepilogativo;  le amministrazioni pubbliche sono esonerate dalla comunicazione dei dati delle fatture emesse nei confronti dei consumatori finali; vengono esonerati dalla comunicazione anche i produttori agricoli con un volume d’affari non superiore a 7mila euro, costituito per almeno 2/3 dalla cessione dei prodotti agricoli (cfr articolo 34, comma 6, Dpr 633/1972). Con un successivo provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate verranno stabilite le modalità di attuazione delle nuove disposizioni.

Tags: ,

Decreto fiscale: sterilizzazione dell’incremento delle aliquote Iva per il 2018

venerdì, dicembre 1st, 2017 | Articoli, Economia, Finanza, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

Per evitare l’aumento delle aliquote Iva nel 2018, si prevede il reperimento di ulteriori risorse.

Tags: ,

Search