Agenti e rappresentanti

Agenti e rappresentanti: il decreto milleproroghe sposta i termini di iscrizione e aggiornamento al RI/REA

mercoledì, novembre 7th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il Dl n. 91/2018 (Milleproroghe 2018″) ha disposto, dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto e fino al 31 dicembre 2018, la riapertura dei termini: per l’iscrizione e l’aggiornamento della posizione dei soggetti che esercitano le attività di agente e rappresentante di commercio nel registro delle imprese e nel REA.

Tags:

Agenti e rappresentanti: le ritenute su provvigioni

venerdì, dicembre 5th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Agenti, mediatori, rappresentanti di commercio e procacciatori di affari, che nell’esercizio dell’attività si avvalgono in via continuativa dell’opera di dipendenti o altri soggetti, possono richiedere che la ritenuta d’acconto del 23% sulle provvigioni loro spettanti venga operata sul 20% dell’importo complessivo (e non sul 50%, come ordinariamente previsto). In merito era richiesta una dichiarazione ogni anno, ora, detta dichiarazione è valida fino a revoca o fino alla perdita dei requisiti. In caso di omissione è prevista una sanzione da 258 a 2.065 euro.

Tags: ,

Agenti e rappresentanti: nuovo Accordo Economico Collettivo

sabato, settembre 27th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il 1° settembre scorso è entrato in vigore il nuovo Accordo Economico Collettivo per agenti e rappresentanti del settore industriale. Numerose le novità, a partire dalla nuova disciplina introdotta in tema di indennità in caso di cessazione del rapporto, che si avvicina all’Accordo Economico Collettivo del settore commerciale.

Tags: ,

Agenti e rappresentanti: nuova aliquota contributiva Enasarco

domenica, febbraio 16th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Dal 1° gennaio 2014 per agenti e rappresentanti è in vigore la nuova aliquota contributiva Enasarco. Dal 13,75 % è stata elevata al 14,20 % (7,10% a carico dell’agente e l’altra parte a carico della mandante). Il nuovo regolamento Enasarco prevede un’elevazione graduale che porterà l’aliquota al 17% nel 2020. I massimali provvigionali passano: per i monomandatari da 32.500 euro a 35.000 euro; per i plurimandatari da 22.000 euro a 23.000 euro. Il minimale contributivo annuo, per ciascun rapporto d’agenzia, è pari a 800 euro per l’agente monomandatario e 400 euro per l’agente plurimandatario.

Tags: ,

Agenti e rappresentanti: comunicato Enasarco

sabato, dicembre 14th, 2013 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Dal 1° novembre 2013 è in vigore la nuova polizza assicurativa per gli iscritti alla Fondazione Enasarco, stipulata con la compagnia assicuratrice Unisalute. Tra le principali novità vi è la riduzione dei termini di presentazione della denuncia del sinistro: l’agente dovrà inviare la richiesta entro i 90 giorni successivi all’evento. Ed anche, invece delle diarie da malattia e da infortunio, è stata introdotta una formula indennitaria: la liquidazione e la determinazione dei relativi importi saranno legati a fasce predeterminate ed identificate per tipologia e gravità di evento.

Tags: , ,

Agenti e rappresentanti: la compensazione del TFR con il risarcimento del danno

mercoledì, settembre 5th, 2012 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

La sentenza della Corte di Cassazione n. 14688 del 29 agosto 2012 asserisce che è possibile compensare le somme dovute dall’agente a titolo di risarcimento danni, con quelle a lui spettanti a titolo di TFR. Tra le motivazioni esposte il fatto che debiti e crediti abbiano origine dallo stesso rapporto. Il caso prende vita dal rapporto di un agente assicurativo, che, con un suo comportamento negligente, aveva causato danni all’azienda. Quest’ultima, in sede di pagamento del TFR, tratteneva all’agente una cospicua somma di denaro a titolo di risarcimento del danno. Si sono susseguiti ricorsi fino ad arrivare alla Corte di Cassazione. Secondo i giudici, in merito, esistono diversi orientamenti di legittimità. Tra di questi la possibilità della “compensazione atecnica” tra rispettivi crediti e debiti, quando questi abbiano origine da un unico rapporto.

Tags: ,

Search