Archive for febbraio, 2018

Precompilata: oggi ultimo giorno per invio dati

mercoledì, febbraio 28th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

Foto finish per la trasmissione delle informazioni necessarie alla precompilata 2018. Per opporsi c’è tempo fino all’8 marzo (spese sanitarie) e 20 marzo (erogazioni liberali). L’invio dei dati deve avvenire attraverso i servizi telematici Entratel e Fisconline dell’Agenzia delle entrate, compresi i software di compilazione e di predisposizione dei file, dell’Agenzia delle entrate che sono messi a disposizione degli utenti gratuitamente. Nel caso in cui il sistema dovesse generare una comunicazione di avvenuto scarto del file, si può ovviare procedendo a un nuovo invio entro la scadenza del termine ovvero, se più favorevole, entro i cinque giorni successivi alla segnalazione di errore da parte dell’Agenzia.

Tags:

Piani di risparmio a lungo termine: i chiarimenti dell’Agenzia

martedì, febbraio 27th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Le Entrate analizzano le diverse questioni problematiche emerse nel corso del primo anno di applicazione della disciplina agevolativa introdotta dalla legge di bilancio 2017. È stata pubblicata la circolare 3/E del 26 febbraio 2018, nella quale sono state affrontate e chiarite le questioni problematiche emerse nel corso del primo anno di applicazione della disciplina.

Tags:

Cassazione: la rateizzazione del debito Iva non blocca il sequestro preventivo

La Corte di Cassazione, con la sentenza 5781 del 7 febbraio 2018, ribadisce che l’accordo con l’Agenzia delle entrate per la rateizzazione del debito Iva non dà diritto alla revoca del sequestro preventivo finalizzato alla confisca, ma l’indagato può chiedere la riduzione della misura, in proporzione alle rate regolarmente pagate.

Tags: , , ,

Auto in uso promiscuo: in GU il valore convenzionale del benefit 2018

martedì, febbraio 27th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato, sul supplemento ordinario n. 63 alla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2017, le tabelle nazionali, elaborate dall’ACI, recanti i costi chilometrici di esercizio di autovetture e motocicli ai fini dell’individuazione del reddito in natura convenzionale dei veicoli aziendali concessi ai dipendenti ad uso promiscuo.

Tags:

Tempi brevi per il “transfer pricing”

martedì, febbraio 27th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Procedura con tempi brevi per la rettifica in diminuzione del reddito derivante dalla applicazione della normativa sui prezzi di trasferimento: l’iter per il riconoscimento in capo all’impresa italiana si dovrà chiudere, al massimo, in 180 gg, che potranno essere modificati nel caso in cui, ad esempio, si ritenga necessario attivare gli strumenti di cooperazione internazionale con altre amministrazioni. La notizia emerge dallo schema di provvedimento dell’Agenzia delle entrate attuativo di quanto previsto dall’articolo 31-quater del dpr n. 600 del 1973 in consultazione pubblica unitamente allo schema di decreto sul transfer pricing ed alle linee guida nella traduzione italiana.

Tags:

Precompilata: opposizioni ai dati sanitari entro l’8 marzo

martedì, febbraio 27th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il Ministero dell’economia ricorda che è possibile comunicare la propria opposizione all’esposizione dei dati sanitari nella dichiarazione precompilata 2018 entro il prossimo 8 marzo.

Tags:

Fatture elettriche: clienti tutelati dai ritardi

martedì, febbraio 27th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Come previsto dalla legge di Bilancio 2018, per le fatture di energia elettrica con scadenza successiva al 1° marzo, nei casi di rilevanti ritardi nella fatturazione da parte dei venditori o nella fatturazione di conguagli per la mancata disponibilità di dati effettivi per un periodo particolarmente rilevante, il cliente potrà eccepire la prescrizione breve (2 anni) e pagare soltanto gli ultimi 24 mesi fatturati. Lo prevede la delibera n. 97/2018/R/com di Arera, l’autorità di regolazione per l’energia.

Tags:

Denuncia affitti fondi rustici: cumulativa entro il 28 febbraio

lunedì, febbraio 26th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Scade il 28 febbraio il termine ultimo per effettuare la registrazione cumulativa annuale dei contratti di affitto di fondi rustici stipulati nel 2017. I contribuenti che l’anno scorso hanno stipulato contratti di questo tipo hanno la possibilità di scegliere se assolvere agli obblighi della registrazione con il solo adempimento della denuncia unitaria oppure optare per l’ordinaria modalità di registrazione. Il versamento dell’imposta di registro va effettuato tramite modello F24 “Elementi identificativi” per via telematica, oppure presso banche, uffici postali o agenti della riscossione.

Tags:

Commercialisti: preventivo scritto per le P.A.

lunedì, febbraio 26th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

I commercialisti hanno obbligo di preventivo scritto anche nei confronti della P.A. La norma parla genericamente di cliente, relativamente all’obbligo di rendere noto il costo della prestazione, senza specificare se pubblico o privato. Nel caso in cui l’incarico professionale sia conferito all’esito di un bando di gara, il professionista sarà tenuto ad osservare le disposizioni del bando emanato dall’amministrazione conferente. La mancanza della forma scritta soggiace alla sanzione disciplinare della censura. È quanto chiarisce il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, con il pronto ordini 292/2017, in risposta a un quesito posto dall’ordine di Reggio Emilia.

Tags: ,

Assegno di ricollocazione fino a 5 mila euro

lunedì, febbraio 26th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Entrerà a regime i primi di aprile l’assegno di ricollocazione, il sostegno per chi ha perso lavoro. Si tratta di un’assegno che va dai 500 ai 5 mila euro assegnato ai disoccupati beneficiari da almeno quattro mesi di Naspi, e anche a chi rientra nelle politiche di contrasto alla povertà (nel Rei) o è in cassa integrazione straordinaria. L’assegno di ricollocazione partirà il 3 aprile e coinvolgerà 60/70mila persone l’anno quando sarà a regime.

Tags:

Web tax Ue il 21 marzo

lunedì, febbraio 26th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

La proposta della commissione europea sulla web tax Ue arriverà il 21 marzo, così come più volte annunciato.  Il primo giorno di primavera quello che deciderà le sorti della tassazione digitale dei giganti tecnologici. Intanto, è stato pubblicato il risultato sulla pubblica consultazione che la commissione aveva avviato al fine di instaurare un dialogo con i cittadini e l’idea di tassazione digitale. Alla commissione sono giunte 446 risposte, nelle quali contenuti 121 documenti di posizione.

Tags:

Coltivatori: l’Inps spiega come godere dello sgravio contributivo

lunedì, febbraio 26th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

In una circolare (32/2018) dell’Inps spiega come modulare l’istanza per non perdere l’incentivo contributivo a favore dei coltivatori. L’incentivo, introdotto lo scorso anno dalla legge di Bilancio 2017 e confermato, per quest’anno, dalla legge di Bilancio 2018, si rivolge ai giovani lavoratori del settore agricolo, d’età inferiore a 40 anni, imprenditori agricoli professionali e coltivatori diretti, che intraprendano una nuova attività tra il 1° gennaio 2017 e 31 dicembre 2018. L’incentivo consiste nel versare contributi ridotti, senza conseguenze per la pensione, in misura: del 100% per i primi 36 mesi di attività; del 66% per ulteriori 12 mesi; del 50% per ulteriori 12 mesi. L’incentivo, nel caso di coltivatori diretti, è applicabile all’intero nucleo familiare e ciò può determinare il superamento del limite de minimis (15 mila euro in tre anni), con la conseguente esclusione di tutti i soggetti dallo sgravio, compreso il giovane titolare. Per evitare questo effetto, l’Inps consente al coltivatore richiedente di modulare la domanda, specificando se l’esonero è richiesto per l’intero nucleo o solo per se stesso, in qualità di titolare, e/o per alcuni componenti . Inoltre precisa che ciò può essere fatto soltanto in sede di richiesta del beneficio, mentre variazioni del nucleo familiare intervenute successivamente all’accoglimento della domanda non producono effetti.

Tags: , ,

Dati asili nido: Adc chiede una proroga del termine

lunedì, febbraio 26th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Dati degli asili nido nel 730 precompilato in pressing per la proroga. L’Associazione dei dottori commercialisti ha inviato una lettera a Ernesto Maria Ruffini, direttore dell’Agenzia delle entrate dove richiede un rinvio del termine in scadenza al 28 febbraio per la trasmissione da parte delle strutture delle rette percepite.

Tags:

Corte di giustizia europea: interessi passivi sotto esame

La Corte di giustizia interviene sul regime di deducibilità degli interessi passivi. Lo fa in una sentenza nelle cause riunite C-398/16 e C-399/16 che affrontano, tra le varie questioni, quella della deducibilità delle spese per interessi passivi. La pronuncia potrebbe sollevare dubbi circa la compatibilità con il diritto UE della disciplina italiana sulla compensabilità intersoggettiva (ex articolo 96, comma 7 Tuir) degli interessi passivi e delle eccedenze di Rol di società, appartenenti al medesimo gruppo, che abbiano optato per il regime di consolidato fiscale nazionale. Nella sentenza si censura la normativa dell’Olanda, e solleva dubbi sull’Italia. In merito ci si potrebbe domandare se sia contrario al diritto di stabilimento il divieto di prendere in considerazione il Rol di una società estera ai fini di dedurre gli interessi passivi sostenuti da società italiane appartenenti al medesimo del gruppo. Premessa la disparità di trattamento tra fattispecie interna e fattispecie transfrontaliera, la questione più rilevante appare essere se tale trattamento discriminatorio possa essere giustificato dalla necessità di garantire la coerenza del regime di deduzione degli interessi passivi, alla luce di quanto chiarito nella sentenza in commento. La Corte ha escluso, nella causa oggetto di pronuncia, l’applicabilità di tale giustificazione in ragione dell’assenza di un nesso diretto tra il vantaggio fiscale riservato alla fattispecie interna ed un corrispondente svantaggio fiscale.

Tags: , ,

Bonus assunzioni: l’Inps metterà a disposizione una banca dati per verificare il primo impiego

venerdì, febbraio 23rd, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

L’Inps viene incontro alle imprese che intendono beneficiare dei nuovi incentivi alle assunzioni; lo fa attraverso la semplificazione delle procedure telematiche. A breve verrà pubblicata una circolare nella quale l’Istituto fornirà chiarimenti sui presupposti di fruizione degli incentivi e metterà a disposizione delle aziende alcuni strumenti concreti per poter ovviare ai problemi applicativi della normativa. Si tratterà di una banca dati consultabile autonomamente dalle aziende, al fine di accertare che il lavoratore non sia mai stato assunto prima con un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

Tags: ,

Lavoro: le regole Naspi dettate dall’Anpal

L’Anpal in una delibera detta i requisiti necessari per la Naspi. La delibera Anpal completa le “misure di condizionalità” per i percettori di prestazioni legate alla disoccupazione (art. 25 del dlgs n. 150/2015, Jobs act). Per valutare se l’offerta di lavoro è congrua bisogna valutare tre fattori: corrispondenza alle proprie competenze, distanza del luogo di lavoro (50/80 km), durata della disoccupazione. Per chi intasca la Naspi o altre misure assistenziali si tiene in considerazione un quarto fattore: la retribuzione, che deve superare del 20% l’indennità intascata. Per tutti i disoccupati, inoltre, deve trattarsi di un’assunzione a tempo pieno e indeterminato con paga non inferiore ai minimi della contrattazione collettiva; ovvero se a termine con durata di almeno di tre mesi, se un part-time con orario non inferiore all’80% dell’ultimo rapporto di lavoro.  Le “misure di condizionalità” utili al mantenimento delle prestazioni fruite per la disoccupazione, sono di tre specie: partecipazione a iniziative per rafforzare le competenze; partecipazione a iniziative formative e politica attiva; accettazione offerta congrua di lavoro.  La mancata accettazione di un’offerta di lavoro congrua comporta la decadenza dalla Naspi e dallo stato di disoccupazione, salvo giustificato motivo tra cui lo stato di malattia o d’infortunio, da comunicare e documentare entro due giorni dalla proposta dell’offerta di lavoro congrua.

Tags: , ,

Enti locali: nuovo CCNL

Nuovo contratto per i dipendenti di regioni, province, comuni, città metropolitane e camere di commercio. L’accordo sulla preintesa per il rinnovo del Ccnl relativo al triennio 2016-2018 è stato raggiunto nella notte tra martedì e mercoledì dopo una lunga trattativa all’Aran tra parte datoriale e sindacati. Dal 1° marzo 2018 i lavoratori del comparto delle funzioni locali avranno in busta paga aumenti medi mensili dello stipendio tabellare pari a 85 euro, in ossequio all’accordo del 30 novembre 2016 che ha guidato tutti i rinnovi contrattuali del pubblico impiego.

Tags: ,

Stanziati i fondi per i lavori anti sisma

Sono stati stanziati i fondi per l’adeguamento antisismico e la riqualificazione del patrimonio culturale italiano. I fondi saranno immediatamente disponibili per la realizzazione di interventi in tutta Italia, che comprendono il più importante piano antisismico finora finanziato sul patrimonio museale statale. E numerosi restauri di beni culturali segnalati dal territorio. A prevederli è il dm 19 febbraio 2018 (in attesa di essere pubblicato in GU). Tre le tipologie di interventi agevolabili: verifica del rischio sismico, riduzione delle vulnerabilità e piano di restauro.

Tags:

Corte di Cassazione: per “driblare” i controlli fiscali non basta attenersi allo studio di settore

La Corte di Cassazione che, con l’ordinanza n. 4168 del 21 febbraio 2018, attesta che al professionista che vuole evitare l’accertamento fiscale non è sufficiente mantenere il reddito dichiarato nell’ambito degli studi di settore. L’atto impositivo può anche essere emesso dall’ufficio per un uso notevole di materiali di consumo, maggiore rispetto a volume d’affari denunciato.

Tags: , ,

La Corte costituzionale entra in argomento “compensazioni”

La Corte costituzionale con la sentenza n. 35/2018, depositata ieri 21 febbraio 2018, ha dichiarato non fondata la questione di legittimità costituzionale a riguardo dell’articolo 10-quater del decreto legislativo n. 74/2000, nel testo anteriore alle modifiche operate dal decreto legislativo 158/2015. Si parla di compensazioni; norme rigide a carico di chi non versa imposte utilizzando scorrettamente crediti in compensazione. Resta ferma la punibilità con la soglia minima di 50 mila euro, anziché 100 mila euro come per altri tipi di evasione.

Tags: ,

Search