Archive for gennaio, 2016

Agenzia delle entrate: arriva il codice per godere del bonus Enc

venerdì, gennaio 29th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

La legge di stabilità 2015 (legge 190/2014), ha aumentato l’imposta sul reddito delle società dovuta dagli enti non commerciali in relazione agli utili e i dividenti percepiti a decorrere dal 2014, ed ha previsto un credito d’imposta, soltanto in riferimento allo stesso 2014, finalizzato ad attenuare gli effetti della maggiore tassazione. Il credito è utilizzabile in compensazione tramite modello F24, senza alcun altro limite quantitativo, nella misura del 33,33% del suo ammontare dal 1° gennaio 2016, nella stessa misura dal 1° gennaio del prossimo anno e, per la parte rimanente, dal 1° gennaio 2018. La risoluzione n. 6/E del 28 gennaio 2016 istituisce il codice tributo “6861” utilizzabile per la compensazione.

Tags:

Regime forfettario e start up: anche se aperte nel 2015 possono godere dell’aliquota ridotta

venerdì, gennaio 29th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Tra le risposte date dagli esperti al videoforum di Italia Oggi del 21 gennaio 2016, se ne legge una importante riguardo le start up. “L’applicazione dell’aliquota del 5% alle start-up vale anche per le nuove attività aperte con regime forfettario nel 2015 o per loro è prevista l’aliquota del 15”? Risposta: “per espressa previsione normativa contenuta nell’articolo 1, comma 113, le nuove disposizioni applicabili alle start-up in regime forfetario si applicano anche ai soggetti che hanno iniziato una nuova attività avvalendosi delle disposizioni di cui all’articolo 1, comma 65, della legge 190/2014, anteriormente alle modifiche introdotte dalla legge di stabilità 2016. Pertanto chi avesse intrapreso una nuova attività in start-up nel 2015 può già applicare, per tale annualità e per le quattro successive, il nuovo regime ad aliquota sostitutiva del 5% in Unico 2016 nuovo quadro LM”.

Tags: ,

Super-ammortamenti: ok al bonus per gli autoveicoli immatricolati dai rivenditori a “km 0”

venerdì, gennaio 29th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Sono possibili i super-ammortamenti anche per le auto a «km zero». La precisazione è contenuta nella circolare Assilea n. 2/2016, con la quale fornisce ulteriori indicazioni sull’agevolazione dei cd. “super-ammortamenti”, disciplinati dall’art. 1 commi 91 ss. della L. 208/2015.

Requisito della novità: Indicazione in fattura del non utilizzo.

In tale ambito, Assilea ritiene valide le indicazioni fornite in passato dall’Agenzia delle Entrate nell’ambito delle agevolazioni “Tremonti” (circolari dell’Agenzia delle Entrate nn. 90/2001, 4/2002, 44/2009, 5/2015).

Tags:

Regime sanzionatorio: nuove compensazioni e sostituti d’imposta

venerdì, gennaio 29th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Nella risoluzione n. 7/E del 28 gennaio 2016, l’Agenzia delle entrate “assolve” i sostituti che hanno versato le ritenute di competenza dei mesi da gennaio a marzo 2015 non adeguandosi alla nuova disciplina, cioè esclusivamente in compensazione con F24, e hanno omesso e/o presentato tardivamente il modello di pagamento a saldo zero. Ai suddetti non si applicano le sanzioni. La norma ha previsto che dal 1° gennaio 2015, i sostituti d’imposta possono recuperare le somme rimborsate ai dipendenti in base ai prospetti di liquidazione dei modelli 730 e gli eventuali versamenti di ritenute o imposte sostitutive, effettuati in misura superiore a quella dovuta, esclusivamente mediante compensazione in F24, non più attraverso operazioni di compensazione “interna” di ritenute (Dl n. 175/2014).

Tags:

730 precompilato, dati sanitari e diniego trattamento dati

venerdì, gennaio 29th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Attenzione al diniego del trattamento dati sanitari da parte del contribuente: la scelta ha riflessi sulla detraibilità degli scontrini parlanti. In particolare, nel caso di scontrino parlante il diniego di fornire il codice fiscale per motivi di privacy fa anche decadere dalla possibilità di portare la spesa in detrazione con i Caf. E’ una nota del garante privacy, nel sottolineare che i dati sanitari e farmaceutici nella dichiarazione dei redditi sono a discrezione del contribuente interessato che può sempre esercitare l’opposizione, ad accendere i riflettori sugli effetti “collaterali”.

Tags: , ,

Società: la Cassazione sancisce la non deducibilità, da parte del socio, delle spese di ristrutturazione della Snc

venerdì, gennaio 29th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n.25568 del 18 dicembre 2015, ha sancito che il socio di una Snc non può portarsi in deduzione dal reddito le spese sostenute per l’immobile locato alla stessa impresa. Le motivazioni: l’immobile è in via presuntiva strumentale ai fini dell’impresa e non può, pertanto, essere fonte produttiva di reddito fondiario; in assenza di prova contraria l’immobile produce esclusivamente reddito d’impresa e ciò non costituisce il presupposto per poter usufruire dell’agevolazione fiscale.

Tags: , ,

Studi di settore: l’abolizione di Gerico per i professionisti

venerdì, gennaio 29th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

L’abolizione degli studi di settore per i professionisti, annunciata dal viceministro all’Economia Luigi Casero, porterà ad una serie di semplificazioni degli adempimenti dichiarativi e delle procedure adottate negli studi professionali per poter fruire delle informazioni richieste dai vari modelli. La predisposizione dei singoli studi di settore da allegare al modello Unico richiede interventi che non si limitano all’evidenza dei dati contabili, ma che esigono informazioni extra contabili di tipo analitico e strutturale, spesso non facili da reperire. In questo senso saranno in particolar modo sollevati i professionisti che determinano la funzione compenso sulla base del numero degli incarichi. Si tratta di commercialisti, consulenti del lavoro, avvocati, ingegneri, architetti, revisori, geometri, notai, agronomi, periti industriali e geologi.

Tags:

L’agevolazione prima casa per chi possiede già un’abitazione

venerdì, gennaio 29th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

La Legge di Stabilità 2016 (art. 1, c. 55, della Legge 28 dicembre 2015, n. 208) ha apportato delle modifiche all’art. 10 del D.Lgs. n. 23/2011, prevedendo per il contribuente, già possessore di prima casa (acquistata con l’aliquota agevolata al 2%), la possibilità di acquistare un’altra abitazione, applicando anche a tale nuovo acquisto l’aliquota d’imposta agevolata, a condizione che il vecchio immobile venga alienato entro un anno dalla data del nuovo acquisto. In caso di mancata alienazione, il contribuente ha l’obbligo di corrispondere la differenza tra l’imposta ordinaria e quella agevolata, maggiorata degli interessi di mora e della la sanzione in misura pari al 30% di detta differenza. Non rientrano, invece, nell’ambito degli acquisti agevolati gli immobili aventi categoria catastale A1, A8 e A9 (abitazioni signorili, ville, castelli e palazzi di eminenti pregi artistici e storici).

Tags:

Corte di Cassazione: ai fini dell’accertamento da redditometro è d’obbligo provare l’aiuto del genitore

giovedì, gennaio 28th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

La Corte di cassazione, con l’ordinanza n. 1332 del 26 gennaio 2016, ha sancito che è legittimo l’accertamento a carico del contribuente che, pur dichiarando un reddito basso, acquista auto di lusso, e ciò anche se vive con la madre benestante. È infatti necessario che lo stesso documenti l’aiuto in denaro avuto dal genitore.

Tags: ,

Scadenze: redditi fondiari è tempo di dichiarazione

giovedì, gennaio 28th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il 1° febbraio è l’ultimo giorno utile per presentare la denuncia annuale delle variazioni dei redditi fondiari dei terreni, verificatesi nel 2015. Gli interessati possono scegliere tra l’invio telematico (Docte 2.0) e la presentazione al competente ufficio provinciale-Territorio dell’Agenzia delle Entrate tramite apposito modello. Per i terreni dati in affitto per uso agricolo, può provvedervi anche l’affittuario. La variazione del reddito dominicale e agrario comporta la conseguente revisione del classamento dei terreni. Le variazioni in aumento devono essere denunciate entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello della variazione e hanno effetto da tale anno; le variazioni in diminuzione, se denunciate entro il 31 gennaio dell’anno successivo, hanno effetto dall’anno della modifica; se invece la denuncia è presentata successivamente, hanno effetto dall’anno in cui la stessa è stata presentata. L’omessa denuncia è soggetta ad una sanzione amministrativa da 250 a 2.000 euro.

Tags: ,

Dati sanitari e scadenze 730: formalizzazione dei termini

giovedì, gennaio 28th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Le nuove scadenze delle comunicazioni legate al modello 730 precompilato sono state ufficializzate in un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate (prot. 14464 /2016). Il provvedimento informa che con decreto del ministero dell’economia e delle finanze è previsto che il termine per la trasmissione dei dati delle spese sanitarie riferite all’anno 2015 al Sistema Tessera Sanitaria sia rinviato dal 31 gennaio al 9 febbraio 2016. Il mini rinvio concesso non impatterà sul calendario della campagna dichiarativa 2016.

Tags: ,

Accertamento: artigiani come i professionisti per i c/c

giovedì, gennaio 28th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

Il principio stabilito dalla Corte costituzionale nella sentenza n. 228/2014 nei confronti dei professionisti, secondo cui i prelevamenti bancari non possono essere considerati come componenti positivi di reddito da recuperare a tassazione, è applicabile anche agli artigiani, pur se titolari di reddito d’impresa. Nello specifico: negli accertamenti fondati sulle indagini bancarie, non possono considerarsi quali ricavi imponibili i prelevamenti e gli addebiti sul conto corrente non giustificati, se il contribuente accertato esercita un’attività artigiana.

Tags: , , , ,

Legge di Stabilità 2016: credito d’imposta per il mezzogiorno

giovedì, gennaio 28th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

La legge di Stabilità 2016 ha stabilito un credito d’imposta a favore delle imprese del Mezzogiorno che effettuano acquisti di beni strumentali nuovi nel periodo 2016-2019 destinati a strutture produttive localizzate nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo. Possono beneficiare di tale credito, i soggetti titolari di reddito d’impresa, indipendentemente dalla natura giuridica assunta, dalle dimensioni aziendali e dal regime contabile. L’utilizzo del bonus è precluso alle imprese in stato di difficoltà. L’agevolazione spetta per gli investimenti con un importo massimo pari a: 1,5 milioni di euro per le piccole imprese; 5 milioni di euro per le medie imprese; 15 milioni di euro per le grandi imprese. Gli interessati alla fruizione del credito d’imposta devono presentare apposita comunicazione all’Agenzia delle Entrate; modalità, termini di presentazione e contenuto della comunicazione saranno stabiliti con successivo provvedimento del direttore dell’Agenzia.

Tags: ,

Corte di Cassazione: rimborsi Iva anche oltre il biennio

giovedì, gennaio 28th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 1426 depositata il 26 gennaio 2016, ha stabilito che la decadenza per il rimborso Iva  parte dal momento della richiesta del contribuente. Nello specifico, l’Iva restituita al proprio cliente che, in seguito all’accertamento dell’Ufficio, non l’ha detratta, può essere chiesta a rimborso anche oltre il termine biennale previsto dalla norma.

Tags: ,

Contabilità: Oic 15 e Oic 19 in aggiornamento

mercoledì, gennaio 27th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Sono in aggiornamento i principi contabili Oic 15 sui crediti e Oic19 sui debiti. Le novità del Dl n. 139/2015 sui bilanci, operative già dall’esercizio 2016, impongono l’aggiornamento dei principi in un breve lasso di tempo per adeguare i sistemi contabili. Il rilascio in bozza delle nuove versioni di Oic 15 sui crediti e Oic 19 sui debiti, dovrebbe portare nel giro di un mese alla diffusione dei tre documenti per avviare una fase di pubblica consultazione e raccogliere indicazioni e suggerimenti per arrivare poi quanto prima alla versione definitiva.

Tags:

Trasmissione dati sanitari: slitta anche l’opposizione al trattamento dati

mercoledì, gennaio 27th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

In conseguenza della proroga del termine entro cui trasmettere i dati relativi alle spese sanitarie sostenute nel 2015, posticipato dal 31 gennaio al 9 febbraio 2015, slittano anche i termini entro cui opporsi all’invio dei dati da parte del Sistema Tessera Sanitaria all’Agenzia delle Entrate, in relazione ad ogni singola voce. Il lasso di tempo entro cui esercitare il diniego andrà dal 10 febbraio al 9 marzo 2016. Lo ha stabilito il Provvedimento Direttoriale dell’Agenzia delle Entrate n. 14464 del 26 gennaio 2016.

Tags: ,

Pubblicazioni: Iva ridotta per i prodotti dotati di codice ISBN o ISSN

mercoledì, gennaio 27th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

La Legge di Stabilità per il 2016 ha introdotto l’IVA super-ridotta per le pubblicazioni al 4%, trattamento di favore già previsto dalla precedente Stabilità che però quest’anno viene esteso a tutte le pubblicazioni contraddistinte dal codice ISBN (per il libri) o ISSN (per le riviste periodiche). Che si tratti di libri, periodici giornali o anche di e-book, non ci sarà alcuna differenza: l’IVA sarà sempre al 4%.

Tags:

Modelli annuali Iva 2016: approvate le specifiche tecniche

mercoledì, gennaio 27th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Dopo i modelli di dichiarazione annuale Iva 2016 e Iva base 2016, arrivano anche le specifiche tecniche per la trasmissione all’Agenzia delle Entrate dei dati relativi all’anno 2015. I nuovi tracciati, approvati con provvedimento direttoriale del 25 gennaio 2016, dovranno essere utilizzati sia dai contribuenti che provvedono direttamente all’invio sia dagli altri utenti del servizio telematico che intervengono come intermediari abilitati alla trasmissione.

Tags:

Lavoro: ASDI assegno di disoccupazione

mercoledì, gennaio 27th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il MLPS ha pubblicato in GU il Decreto 29 ottobre 2015, con cui si dà attuazione all’ASDI (assegno di disoccupazione) previsto dall’art.16, co.6, Dl n.22/2015. Destinatari sono i lavoratori che: abbiano fruito, entro il 31 dicembre 2015, della NASpI per la sua durata massima; siano ancora in stato di disoccupazione al termine del periodo di fruizione della NASpI; siano, al termine del periodo di fruizione della NASpI, componenti di un nucleo familiare in cui sia presente almeno un minore di anni 18 o abbiano un’età pari a 55 anni o superiore e non abbiano maturato i requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato; siano in possesso di un’attestazione ISEE, valida, dalla quale risulti un valore dell’indicatore pari o inferiore ad euro 5000; non abbiano usufruito dell’ASDI per un periodo pari o superiore a 6 mesi nei 12 mesi precedenti il termine del periodo di fruizione della NASpI e comunque per un periodo pari o superiore a 24 mesi nel quinquennio precedente il medesimo termine; abbiano sottoscritto un progetto personalizzato. L’ASDI è erogato mensilmente a decorrere dal giorno successivo a quello del termine di fruizione della NASpI per una durata massima di 6 mesi. L’importo dell’ASDI è pari al 75% dell’ultima indennità NASpI percepita, e comunque in misura non superiore all’ammontare dell’assegno sociale (art.3, co.6, legge n.335/1995).

Tags: , , ,

La legge di stabilità amplia il credito d’imposta per le strutture alberghiere

mercoledì, gennaio 27th, 2016 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

La legge di stabilità 2016 amplia l’agevolazione introdotta dall’art.10 Dl n.83/2014 riservata alle strutture alberghiere.  Oltre a quanto già previsto dalla legge introduttiva, la legge 208/2015, al comma 320, ha apportato modifiche, introducendo dopo il comma 2, il comma 2 bis e 2 ter, riconoscendo, così, il credito d’imposta anche nel caso in cui la ristrutturazione edilizia comporti un aumento della cubatura complessiva (entro i limiti fissati dal piano casa). Entro 3 mesi dalla data di entrata in vigore della presente disposizione verranno stabilite le disposizioni applicative con riferimento a: le tipologie di strutture alberghiere ammesse al credito d’imposta; le tipologie di interventi ammessi al beneficio; le procedure per l’ammissione al beneficio, che avviene secondo l’ordine cronologico di presentazione delle relative domande; le soglie massime di spesa ammissibile per singola voce di spesa sostenuta; le procedure di recupero nei casi di utilizzo illegittimo dei crediti d’imposta.

Tags: , , ,

Search