Archive for gennaio, 2015

Polizze commercialisti: allarme aumenti

sabato, gennaio 31st, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

In caso di apposizione del visto di conformità è allarme dei commercialisti per i rincari (annunciati) delle polizze assicurative. Alcuni esempi: a fronte di un massimale di 1,033 milioni la polizza rincarerà del 60%; un massimale di 2 milioni sborserà il 25% in più; uno, invece, di 2,5 si ferma intorno al 17% di aumento. L’adeguamento del massimale è obbligato stante anche la possibilità, per chi non rispetta la prescrizione, di essere depennato dal registro di coloro che appongono il visto di conformità per 730 e Iva tenuto dalle agenzie regionali delle Entrate.

Tags: ,

Scadenze: ultimi giorni per pagare il bollo auto scaduto a dicembre

sabato, gennaio 31st, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Per chi la tassa di possesso automobile è scaduta il 31 dicembre c’è tempo fino al 2 febbraio (il 31 gennaio è sabato) per pagarla. Il bollettino lo si può pagare online, alla posta, nelle delegazioni Aci e nelle tabaccherie autorizzate. A partire da quest’anno, non sono più valide le agevolazioni per le auto con più di venti anni di vita, per le quali è quindi dovuto il pagamento del bollo. L’esenzione rimane valida solo per le auto storiche, quelle per le quali sono passati almeno trenta anni dalla data di prima immatricolazione.

Tags:

Split payment in fuori gioco per prestazioni soggette a ritenuta d’acconto

sabato, gennaio 31st, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

La legge esclude dallo split payment i compensi per prestazioni di servizi “assoggettati a ritenuta alla fonte a titolo di imposta sul reddito”. Con tale espressione, il Legislatore ha inteso fare riferimento anche alle ritenute a titolo di acconto. Così ha precisato l’Agenzia delle entrate. Si tratta di un chiarimento che era particolarmente atteso dagli esercenti arti e professioni che fatturano alla Pubblica Amministrazione i servizi professionali evidenziando nel documento la relativa ritenuta d’acconto. Tali soggetti, come è stato confermato dalle Entrate, sono esclusi dall’ambito di applicazione del nuovo art. 17-ter del D.P.R. 633/72.

Tags:

Lavoro: bonus assunzioni automatico

sabato, gennaio 31st, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il  bonus contributivo per le assunzioni a tempo indeterminato previsto dalla legge di Stabilità 2015, potrà essere fruito senza particolari formalità, domande o autocertificazioni. Questo secondo le linee guida anticipate da Gabriella Di Michele, dirigente dell’istituto di previdenza, intervenuta al Forum organizzato dai consulenti del lavoro. L’agevolazione consiste nella decontribuzione fino a 8.060 euro annuali, per tre anni, per le assunzioni a tempo indeterminato effettuate nel 2015. La circolare attuativa dovrebbe essere imminente. Lo sconto fino a 8.060 euro spetterà anche in caso di trasformazione del contratto da tempo determinato a indeterminato, a prescindere dall’eventuale interruzione.

Tags: ,

Lavoro: contratti a tutele crescenti per trasformazioni a tempo indeterminato

sabato, gennaio 31st, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Tra pochi giorni, a febbraio, saranno presentati i decreti attuativi del Jobs act riguardanti il riordino delle forme contrattuali, la cassa integrazione, la conciliazione famiglia-lavoro e i carichi familiari. Il riordino delle forme contrattuali sarà orientato alla prevalenza del rapporto a tempo indeterminato, tanto che per favorirlo il governo è orientato a precisare che, nel caso di conversione volontaria di un contratto a termine ante 2015 a uno indeterminato, quest’ultimo sarà a tutele crescenti.

Tags: , ,

Legge di Stabilità 2015: i crediti d’imposta Irap

sabato, gennaio 31st, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Tra le novità introdotte dalla legge di Stabilità abbiano già accennato ai crediti d’imposta in materia Irap. A decorrere dal periodo d’imposta successiva a quello in corso al 31 dicembre 2014, è previsto un nuovo credito d’imposta ai fini Irap per i contribuenti che impiegano lavoratori dipendenti. La misura del credito è pari al 10% dell’imposta lorda calcolata ai sensi del Dl n. 446/1997, ed è utilizzabile esclusivamente in compensazione tramite modello F24. Sono interessati: società di capitali ed enti commerciali; società di persone e imprese individuali; banche, società finanziarie e altri enti di cui all’art.1 del Dl n. 87/1992; imprese di assicurazione; le persone fisiche e le società semplici esercenti arti e professioni. La compensazione è autorizzata solo a partire dall’anno in cui il contribuente presenta la dichiarazione Irap corrispondente alla richiesta di spettanza del credito.

Tags: ,

Lavoratori dipendenti: determinazione del limite minimo di retribuzione giornaliera 2015

venerdì, gennaio 30th, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

L’INPS, in data 23 gennaio 2015, ha pubblicato la circolare n.11 recante “Determinazione per l’anno 2015 del limite minimo di retribuzione giornaliera ed aggiornamento degli altri valori per il calcolo di tutte le contribuzioni dovute in materia di previdenza ed assistenza sociale per la generalità dei lavoratori dipendenti”. Dal 1° gennaio 2015 i limiti devono essere ragguagliati, a euro 47,68 (9,5% dell’importo del trattamento minimo mensile di pensione a carico del Fondo pensioni lavoratori dipendenti in vigore al 1 gennaio 2015, pari a euro 501,89 mensili) se di importo inferiore. Non sussiste l’obbligo di osservare il minimale di retribuzione ai fini contributivi in caso di erogazione, da parte del datore di lavoro, di trattamenti integrativi di prestazioni mutualistiche d’importo inferiore al predetto limite minimo.

Tags: , ,

Start up innovativa a vocazione sociale

venerdì, gennaio 30th, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il riconoscimento dello status a vocazione sociale di una start up innovative (SIAVS) aumenta la potenziale agevolazione fiscale spettante agli investitori. Le agevolazioni sono diverse a seconda che gli investitori siano persone fisiche o soggetti IRES e sono riconosciute limitatamente per gli anni 2013, 2014 e 2015 e 2016. Le persone fisiche, residenti e non residenti nel territorio dello Stato, godono di una detrazione IRPEF del 19% (25% se l’investimento è in imprese start-up in ambito sociale e in quelle che sviluppano e commercializzano esclusivamente prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico in ambito energetico) sulla somma investita nel capitale sociale di una o più start-up innovative. I soggetti IRES possono dedurre dal proprio reddito imponibile il 20% (27% se l’investimento è in imprese start-up a vocazione sociale e in quelle che sviluppano e commercializzano esclusivamente prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico in ambito energetico) delle somme investite nel capitale sociale di una o più start-up innovative. Secondo il Ministero, il riconoscimento dello status di start-up innovativa a vocazione sociale deve necessariamente avere evidenza pubblica per mezzo della sezione speciale del Registro delle imprese, coerentemente con il regime di pubblicità previsto, e si realizza tramite autocertificazione da presentarsi alla camera di commercio competente.

Tags: ,

Misure di sostegno al reddito: l’assegno di natalità

venerdì, gennaio 30th, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

A partire dall’anno in corso, e fino al 31 dicembre 2017, la legge di Stabilità riconosce un assegno mensile di natalità dell’importo di 960 euro annui. Spetta ai genitori cittadini italiani o di uno Stato membro dell’Unione Europea o cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno, residenti in Italia. Il reddito ISEE del nucleo familiare non deve essere superiore a 25.000 euro annui; qualora il reddito ISEE del nucleo familiare sia non superiore a 7.000 euro annui, l’importo sale a 1.920 euro annui. Al fine è necessario preentare apposita domanda all’INPS. Le istruzioni operative saranno definite con apposito DPCM.

Tags: , ,

Scadenze: il prospetto informativo disabili

venerdì, gennaio 30th, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il 31 gennaio 2015 è il termine ultimo per l’invio telematico del prospetto informativo disabili 2015. Obbligati all’adempimento sono tutti i datori di lavoro pubblici e privati che occupino almeno 15 dipendenti. Il modulo può essere trasmesso solo per via telematica. I datori di lavoro che hanno sede legale e unità produttiva in un’unica Regione devono avvalersi dei servizi informatici messi a disposizione dalla Regione o Provincia autonoma competente. I datori di lavoro che hanno sede legale e unità produttive in più Regioni devono avvalersi del servizio informatico messo a disposizione dalla Regione o Provincia autonoma ove è ubicata la sede legale dell’azienda. I soggetti abilitati devono effettuare gli invii tramite i sistemi informatici della Regione ove è ubicata la sede legale del soggetto abilitato stesso.

Tags:

L’accertamento dopo la legge di Stabilità

venerdì, gennaio 30th, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

La legge di Stabilità 2015 ha apportato alcune modifiche in materia di accertamento delle imposte (Dl n. 218/97). L’art.1, co. 637 ha abrogato gli istituti dell’accertamento per adesione agli inviti al contraddittorio. Tuttavia, come precisato dal co. 638, è ancora possibile avvalersi di tali istituti in caso di inviti al contraddittorio in materia di imposte sui redditi, di imposta sul valore aggiunto e altre imposte indirette, notificati al contribuente entro il 31 dicembre 2015.

Tags: ,

Online le specifiche techiche per la dichiarazione annuale Iva 2015

venerdì, gennaio 30th, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Arrivano in rete le specifiche tecniche da adottare per l’invio telematico dei dati contenuti nella dichiarazione Iva relativa all’anno 2014. Il percorso informatico per la corretta trasmissione è allegato al provvedimento 28 gennaio 2015 dell’Agenzia delle Entrate. Eventuali correzioni saranno pubblicate nell’apposita sezione del sito internet dell’Agenzia delle Entrate e ne sarà data relativa comunicazione.

Tags:

Visto di conformità: la responsabilità sulla precompilata

giovedì, gennaio 29th, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Come specificato dal direttore dell’Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi,  “sulla dichiarazione precompilata i controlli formali e la responsabilità saranno ad esclusivo carico del contribuente per quei dati che non sono oggetto di controllo quali i redditi fondiari, redditi diversi e le relative spese di produzione”. Riguardo i profili di responsabilità a carico degli intermediari (professionisti e caf) previsti dal decreto semplificazioni, il controllo formale dei dati (anche di quelli indicati nella dichiarazione precompilata e forniti da terzi), è a carico dell’intermediario che ne appone il visto di conformità. Tutti i controlli, infatti, ricadranno sugli intermediari che si vedranno costretti ad effettuare controlli e verifiche necessarie. Qualora dovesse emergere che sia stato apposto un visto infedele, l’intermediario sarà chiamato a rispondere dell’imposta, delle sanzioni e degli interessi che scaturiranno dalla rettifica della dichiarazione (fatti salvi i casi di dolo e colpa grave a carico del contribuente).

Tags: , ,

Telefisco: appuntamento di oggi

giovedì, gennaio 29th, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Consueto appuntamento con telefisco. Oggi, in collegamento da tutte le principali città, esperti del settore e Agenzia delle Entrate parleranno di: nuove regole per il ravvedimento operoso, dichiarazione precompilata e certificazione unica, voluntary disclosure sui capitali, nuovo regime per i contribuenti minori dimensioni, riordino dei reati tributari e la codificazione dell’abuso del diritto.

Tags:

730 precompilato: la macchina è in moto

giovedì, gennaio 29th, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Entro il 15 aprile più di 19 milioni di contribuenti troveranno su internet il modello 730 con i dati già inseriti dalle Entrate. La raccolta dati è in corso: prima tappa è il 2 marzo, termine entro cui banche, assicurazioni ed enti previdenziali dovranno trasmettere alle Entrate la prima tranche di informazioni su mutui, polizze e contributi. A seguire, entro il 9 marzo i sostituti d’imposta dovranno inviare la certificazione unica con i redditi e le ritenute dei contribuenti. Dalla certificazione unica deriva il grosso degli elementi che le Entrate inseriranno quest’anno nella precompilata: dati anagrafici, figli e familiari a carico, redditi, ritenute, eccedenze e crediti d’imposta.

Tags:

Scadenze: il canone Tv

giovedì, gennaio 29th, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il 31 gennaio è il termine ultimo per pagare il canone Tv. Quest’anno, l’ultimo giorno utile per pagare il canone senza l’applicazione di sanzioni, è il 2 febbraio (il 31 gennaio è sabato); l’importo è 113,50 euro annuali. L’adempimento riguarda tutti i cittadini in possesso di uno o più apparecchi “atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive indipendentemente dalla qualità o dalla quantità del relativo utilizzo”. Sono esonerati coloro che, al 31 gennaio di quest’anno, hanno compiuto 75 anni e che, nel 2014, hanno avuto un reddito (incluso quello del coniuge convivente) non superiore a 6.714 euro e non convivono con altre persone titolari di un reddito proprio. A tale scopo, entro il 30 aprile, devono fare richiesta di esenzione, spedendo o consegnando all’Agenzia delle Entrate una dichiarazione sostitutiva, attestante il possesso dei requisiti. Possono fruire del beneficio, ma solo per il secondo semestre dell’anno, anche i contribuenti che compiono i 75 anni nei primi sette mesi del 2015; in tale ipotesi, la dichiarazione va presentata entro il 31 luglio.

Tags: ,

Agenzia delle Entrate: dal 1° febbraio nuovi vertici

giovedì, gennaio 29th, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il comitato di gestione dell’Agenzia delle Entrate ha dato il via libera ad avvicendamenti e nuove nomine dei direttivi che dal mese prossimo interesseranno alcune direzioni regionali. Le regioni interessate sono: Puglia, Veneto, Emilia Romagna, Calabria, Toscana, Lombardia, Lazio e Piemonte.

Tags:

Bilancio: nota integrativa in Xbrl dopo il 3 marzo

giovedì, gennaio 29th, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Come noto, dal prossimo 3 marzo oltre al conto economico e allo stato patrimoniale, diventa obbligatorio depositare in formato Xbrl anche la nota integrativa. La nuova tassonomia dovrà essere utilizzata per i bilanci chiusi al 31 dicembre 2014, o successivamente. La novità ha richiesto un chiarimento, da parte dei commercialisti a Unioncamere: se cioè la data del 3 marzo deve essere intesa come data di approvazione del bilancio o invece data di presentazione. Si auspica che Unioncamere faccia scattare l’obbligatorietà del passaggio alla nuova tassonomia solo per i bilanci che saranno approvati dopo il 3 marzo.

Tags: ,

Voluntary disclosure: nuova bozza di domanda

mercoledì, gennaio 28th, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

L’agenzia delle Entrate ha rilasciato una nuova bozza di modello di istanza da utilizzare per la collaborazione volontaria. Il canale telematico che dovrà essere obbligatoriamente utilizzato per la presentazione dell’istanza da parte dei professionisti sarà presto attivo. Nella nuova bozza c’è un riferimento alla normativa sulla privacy, va specificato se trattasi di disclosure internazionale o nazionale, vanno indicati i dati e i recapiti del soggetto aderente, e se ci si avvale della facoltà di accedere alla tassazione dei rendimenti sulla misura forfetaria del 5%, per le regolarizzazioni sotto i due milioni.

Tags: ,

INAIL: autoliquidazione 2014/2015

mercoledì, gennaio 28th, 2015 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

L’INAIL con nota n. 387 del 21 gennaio 2015 ha fornito indicazioni in merito all’autoliquidazione 2014/2015. Il tasso di interesse annuo da utilizzare per il calcolo degli interessi da versare in caso di rateazione del premio è 1,35%. Nella sezione del Portale Servizi Online, sono disponibili i servizi telematici correlati all’autoliquidazione 2014/2015: AL.P.I. Online; Invio telematico dichiarazione salari; Riduzione presunto; VSAL.

Tags:

Search