Archive for novembre, 2014

Crediti inesigibili: il governo al lavoro su un emendamento

domenica, novembre 30th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Un emendamento, al voto in Camera, tenta di intervenire sui crediti inesigibili presenti negli archivi di Equitalia. Al fine, una nuova procedura prevede che la comunicazione di inesigibilità, cioè l’impossibilità per Equitalia di recuperare il credito affidato dall’ente creditore, avvenga entro il terzo anno successivo alla consegna del ruolo. Saranno i concessionari a dover dimostrare che vizi o irregolarità non hanno pregiudicato l’azione di recupero. Viene anche previsto un calendario per le procedure di rimborso all’agente della riscossione degli oneri concessi allo svolgimento delle procedure esecutive.

Tags: ,

INAIL: aumentano gli sconti

domenica, novembre 30th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

L’INAIL, con determina del presidente n. 327/2014, in attuazione all’art. 1, c. 128 della Legge di Stabilità 2014 (L. n. 147/2013), ha reso noto lo sconto applicabile dalle aziende ai premi. Si sale dal 14,17% al 15,38%. Lo sconto si applica a tutte le tipologie di premi, di ogni gestione.

Tags: ,

Fondo mutui prima casa: disponibile il modulo di richiesta

domenica, novembre 30th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

È in linea il modulo per richiedere in banca l’accesso al Fondo di garanzia (previsto dal Decreto Interministeriale 31 luglio 2014 e pubblicato in GU il 29 settembre 2014). Il fondo è rivolto a favorire l’erogazione del credito per l’acquisto della prima casa. Lo Stato concede fino al 50% della quota capitale del mutuo (entro un importo di 250.000 euro) per l’acquisto, oppure l’acquisito e la ristrutturazione in ottica di efficientamento energetico, di un immobile, non di lusso, da adibire ad abitazione principale.

Tags:

8‰ dell’Irpef anche alle scuole

domenica, novembre 30th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

L’8‰ dell’Irpef gestita direttamente dallo Stato apre a una quinta categoria di beneficiari. La quota potrà essere destinata anche a interventi di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento antisismico ed efficientamento energetico degli immobili di proprietà pubblica adibiti all’istruzione scolastica. Per l’anno in corso, il Dpr 172 fa slittare al prossimo 15 dicembre la scadenza entro la quale gli istituti possono chiedere di partecipare alla distribuzione della quota dell’8‰ riservato all’edilizia scolastica. Le domande devono indicare il soggetto richiedente, l’intervento da realizzare, il costo totale, l’importo del contributo richiesto e il responsabile tecnico della gestione. Dal prossimo esercizio, l’istanza andrà inviata alla presidenza del Consiglio dei ministri entro il termine ordinario del 30 settembre.

Tags:

Per la Cassazione sono legittime le verifiche fiscali presso aziende o studi professionali che si prolungano per più di 30 giorni

domenica, novembre 30th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

In tema di verifiche fiscali, ai fini del computo dei 30 gg è rilevante la presenza effettiva degli agenti negli studi o nella sede sociale. Nella sentenza di Cassazione n. 24690 del 20 novembre 2014 si legge: “il termine di permanenza degli operatori civili o militari dell’Amministrazione finanziaria presso la sede del contribuente è meramente ordinatorio, in quanto nessuna disposizione lo dichiara perentorio, o stabilisce la nullità degli atti compiuti dopo il suo decorso, né la nullità di tali atti può ricavarsi dalla “ratio” delle disposizioni in materia, apparendo sproporzionata la sanzione del venir meno del potere accertativo fiscale a fronte del disagio arrecato al contribuente dalla più lunga permanenza degli agenti dell’Amministrazione”.

Tags: ,

Notifiche rinviate a gennaio 2015 per il Durc interno negativo

domenica, novembre 30th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

L’INPS, con il messaggio n. 9152 del 26 novembre, ha fornito chiarimenti in merito alle modalità di computo dei termini di rettifica segnalate dal preavviso di Durc interno negativo. Qualora il termine scada di sabato o in un giorno festivo, l’attività di regolarizzazione è utilmente effettuata entro il primo giorno successivo non festivo; il giorno di notifica non si computa.  Nel caso in cui il datore di lavoro, pur avendo regolarizzato la propria posizione entro il termine di scadenza, sia stato destinatario di un Durc interno negativo, potrà chiederne l’annullamento alla Sede, che provvederà a forzare a verde il semaforo rosso lucchettato. Il Durc interno da negativo è trasformabile in positivo dietro pagamento, entro 15 giorni dal suo ricevimento, delle relative sanzioni. I datori di lavoro che hanno versato nel termine assegnato dal preavviso i contributi, ma non le sanzioni, potranno versare il residuo debito a titolo di sanzioni entro l’11 dicembre 2014. In considerazione dei molteplici adempimenti in scadenza per la fine dell’anno, è rinviato al mese di gennaio 2015 il riavvio delle operazioni di spedizione dei preavvisi di Durc interno negativo.

Tags:

Scadenza IMU 2014

venerdì, novembre 28th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il 16 dicembre scade il termine per pagare il saldo Imu 2014, da calcolare sulla base delle aliquote approvate dai Comuni e pubblicate nel sito del Dipartimento delle Finanze, l’unico canale ufficiale. Per calcolare l’importo da pagare è necessario individuare la base imponibile, dopo aver inquadrato la disciplina applicabile alle singole fattispecie, e verficate particolari riduzioni o esenzioni.

Tags:

Il Ministero del Lavoro interviene sul contributo di solidarietà

venerdì, novembre 28th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Generale degli ammortizzatori sociali e degli incentivi all’occupazione -  con circolare n. 28 del 14/11/2014 annulla e sostituisce la precedente circolare 26 del 07/11/2014 in cui riportava indicazioni operative sulle procedure di concessione ed erogazione del contributo di solidarietà previsto dall’art. 5, commi 5 e 8 del Dl n. 148/1993, convertito con la Legge 236/1993 e successive integrazioni e modificazioni. Nel documento si confermano le tipologie di soggetti beneficiari e si apportano modifiche sulle imprese alberghiere e termali. Ai fini dell’erogazione del contributo di solidarietà occorre che il datore di lavoro verifichi la percentuale media complessiva di riduzione dell’orario di lavoro; la stessa non deve superare il 60% pro capite su base annua.

Tags: ,

Consulenti del lavoro: causali contributo per F24

venerdì, novembre 28th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Per consentire il versamento, tramite modello F24, dei contributi associativi dovuti dagli iscritti ai Consigli provinciali dell’Ordine dei consulenti del lavoro che hanno aderito alla convenzione stipulata tra l’Agenzia delle Entrate e il Consiglio nazionale di quell’ordine professionale, con la risoluzione 103/E del 26 novembre sono state istituite le seguenti causali contributo: BR00 (Consiglio provinciale di Brindisi); CR00 (Consiglio provinciale di Cremona); GR00 (Consiglio provinciale di Grosseto); IS00 (Consiglio provinciale di Isernia).  Le causali vanno esposte nella sezione “Altri enti previdenziali e assicurativi” del modello F24, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”. Vanno anche indicati: il codice “0005”, nel campo “codice ente”; la sigla della provincia di iscrizione all’Albo dei consulenti del lavoro, nel campo “codice sede”; il codice di iscrizione all’Albo dei consulenti del lavoro, nel campo “codice posizione”; il periodo di competenza del contributo, nello spazio “periodo di riferimento: da mm/aaaa a mm/aaaa”.

Tags:

IVA: stop al reato di omesso pagamento dell’Iva

venerdì, novembre 28th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Nella bozza del Dlgs attuativo della delega fiscale relativo alla revisione del sistema sanzionatorio, viene definito lo stop al reato di omesso pagamento dell’Iva; per le violazioni commesse prima dell’entrata in vigore del decreto resteranno comunque le sanzioni amministrative previste per i mancati o ritardati versamenti d’imposta.

Tags:

Lavoro: superata la soglia niente articolo 18

venerdì, novembre 28th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

In tema di articolo 18 si lavora su questi temi: nuove regole per tutti i dipendenti delle aziende che superano i 15 occupati; favorire la crescita dimensionale delle Pmi grazie alle nuove assunzioni con contratto a tutele crescenti; nessuna estensione dei benefici economici destinati dalla legge di stabilità alle sole assunzioni fatte con la nuova tipologia contrattuale. Le piccole imprese fino a 15 dipendenti vedono confermata la soglia per gli indennizzi che, in caso di licenziamento ingiustificato, è pari a 6 mensilità.

Tags:

DVR: novità della Legge Comunitaria n. 161/2014

venerdì, novembre 28th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

La Legge Comunitaria n. 161/2014 porta novità in merito al documento di valutazione dei rischi aziendale. Il Dl n. 81/2008, impone al datore di lavoro l’obbligo di effettuare la valutazione dei rischi e di redigere il documento di valutazione dei rischi. A seguito delle modifiche intervenute, l’articolo 28, comma 3-bis, prevede che anche in caso di costituzione di nuova impresa, il datore di lavoro deve comunque dare immediata evidenza, attraverso idonea documentazione, dell’adempimento degli obblighi di cui al comma 2, lettere b), c), d), e) e f), e al comma 3, e immediata comunicazione al rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

Tags: , ,

Contributi per l’ammodernamento tecnologico e la digitalizzazione dei processi aziendali

giovedì, novembre 27th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Pubblicato in GU il decreto del 23 settembre 2014 del MISE che dà attuazione al piano di contributi e agevolazioni previste per la digitalizzazione e l’ammodernamento tecnologico delle micro, piccole e medie imprese. L’agevolazione è erogata sotto forma di Voucher di valore non superiore a 10.000,00 euro. Le spese identificate sono: miglioramento dell’efficienza aziendale, attraverso la digitalizzazione dei processi aziendali; modernizzazione dell’organizzazione del lavoro, specialmente per l’acquisto di soluzioni volte a introdurre forme di flessibilità del lavoro come il telelavoro; sviluppo di soluzioni di e-commerce, includendo i costi per la gestione delle transazioni on-line e dei sistemi di sicurezza delle connessioni di rete; connettività a banda larga e ultralarga, comprese le spese di attivazione del servizio e di realizzazione delle necessarie opere infrastrutturali; collegamento alla rete internet mediante tecnologia satellitare, tramite l’acquisto e installazione di decoder e parabole; formazione qualificata nel campo ICT.

Tags: ,

Enpacl: provvidenza straordinaria per i soggetti colpiti da calamità naturali

giovedì, novembre 27th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

L’Enpacl dispone un sostegno agli alluvionati di questi giorni. Gli iscritti all’Ente possonoi disporre di una provvidenza straordinaria. Per accedervi il richiedente dovrà inviare domanda indirizzata al Consiglio di Amministrazione, descrivendo in forma particolareggiata le circostanze o le situazioni di notevole gravità che hanno determinato lo stato di particolare bisogno.

Tags: ,

La Cassazione ferma l’accertmento “sprint”

giovedì, novembre 27th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

L’ordinanza n. 24781 del 20 novembre 2014 della Corte di Cassazione, Sezione Sesta – T, frena l’accertamento “sprint”. Da quanto si legge, l’accertamento emesso prima di 60 gg. è nullo anche se motivato dall’imminente decadenza del potere impositivo e dall’insufficienza di garanzie patrimoniali; i motivi di urgenza, nella concreta fattispecie e all’epoca dell’emissione, devono essere dimostrati dall’Ufficio.

Tags: ,

Professionisti: come cambiano i costi di trasferta dal 2015

giovedì, novembre 27th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il decreto sulle semplificazioni cambia le regole dei rimborsi delle trasferte ai professionisti. L’articolo 10 del decreto interviene sulla disciplina del reddito di lavoro autonomo, eliminando la disposizione di cui all’articolo 54, comma 5, del DPR 917/86. Dal prossimo anno non sarà più necessario che l’impresa committente, dopo aver ricevuto le fatture di vitto e alloggio del professionista, le trasmetta a quest’ultimo affinché possa dedurle dal suo reddito integralmente, anche se intestate al committente, e addebitarle in fattura unitamente al compenso. Secondo la nuova formulazione: “le prestazioni alberghiere e di somministrazione di alimenti e bevande acquistate direttamente dal committente non costituiscono compensi in natura per il professionista”.

Tags: ,

La Corte di Cassazione interviene in merito l’accertamento induttivo

giovedì, novembre 27th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Con la sentenza n. 24250 del 13 novembre 2014, la Corte di Cassazione interviene in merito di accertamento tributario. La presenza di lavoratori “in nero” in azienda fa ritenere complessivamente inattendibili le scritture contabili e consente la ricostruzione del reddito d’impresa con il metodo induttivo. Nella pronuncia si legge: “l’accertata utilizzazione di lavoratori dipendenti, non risultanti dai libri obbligatori, è circostanza idonea a far ritenere complessivamente inattendibile la documentazione fiscale e a integrare la presunzione di maggiori ricavi non dichiarati …”.

Tags: ,

Acconti di imposta: ultimo giorno il 1° dicembre

giovedì, novembre 27th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Una delle principali scadenze fiscali dell’anno è il versamento della seconda o unica rata dell’anticipo imposte derivanti da Unico 2014. Per quantificare l’acconto da versare, il contribuente può scegliere il sistema di calcolo a lui più conveniente. Uno si basa sul risultato della dichiarazione dell’anno precedente (storico), l’altro sull’imposta che si presume dovuta per l’anno in corso (previsionale). Pertanto, se si ipotizza di dovere un’imposta, al netto di detrazioni, crediti e ritenute, inferiore a quella dell’annualità precedente è possibile determinare e versare l’acconto per il 2014 sulla base dei dati presuntivi. Tenendo presente però che, se la previsione sul reddito dovesse risultare sbagliata per difetto (con conseguente versamento carente dell’acconto), sulla differenza saranno dovuti gli interessi e la sanzione del 30%.

Tags:

PERCHE’ NON VOTIAMO IL JOBS ACT

mercoledì, novembre 26th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

I diritti di chi lavora, i diritti di chi un lavoro lo cerca: alla fine di una discussione seria e che rispettiamo noi non possiamo votare a favore del Jobs act. Abbiamo apprezzato l’impegno della Commissione Lavoro della Camera e riconosciuto i passi avanti compiuti su singole norme. Tuttavia, l’impianto complessivo del provvedimento rimane non convincente.

Alcune misure sono immediatamente operative: si cancella la possibilità del reintegro per chi viene licenziato senza giustificato  motivo mentre si prevede un canale per specifiche, ma ancora indefinite, fattispecie di violazioni disciplinari. E’ una soluzione che penalizza i nuovi assunti, in una logica dove la mancanza a una scadenza certa, dopo ad esempio tre anni, di una tutela piena è in contraddizione con il concetto stesso di “tutela crescente”. Ci preoccupa il cedimento culturale all’idea che la libertà di impresa coincida con vincoli da abolire per consentire finalmente “il diritto di licenziare”. Siamo consapevoli del valore sociale dell’impresa, ma questo valore ha bisogno di un tessuto connettivo dove legalità, diritti e responsabilità dei diversi attori del mercato non divorzino mai.

Permane una pesante incertezza sul contenuto dei decreti attuativi, sui quali sarà decisivo sostenere il ruolo delle colleghe e dei colleghi del gruppo PD della Commissione Lavoro.

La parte che dovrebbe allargare diritti e tutele è tuttora generica e senza risorse: il disboscamento della giungla dei contratti precari viene rinviato a valle di una ricognizione da svolgere in tempi indefiniti e senza identificare obiettivi impegnativi; alla riforma delle politiche attive e passive per il lavoro, in particolare l’avvio di ammortizzatori sociali per gli “esclusi”, il cardine del provvedimento, si dedicano solo 200 milioni di euro a fronte della promessa dote iniziale di 1,5 miliardi per il 2015.

Per queste ragioni, riteniamo che non ci siano le condizioni per un nostro voto favorevole e non parteciperemo al voto finale sul provvedimento.

Roberta Agostini, Tea Albini, Ileana Argentin, Rosy Bindi, Massimo Bray, Francesco Boccia,  Marco Carra, Angelo Capodicasa, Susanna Cenni, Eleonora Cimbro, Gianni Cuperlo, Alfredo Dattorre, Gianni Farina, Stefano Fassina, Paolo Fontanelli, Filippo Fossati, Carlo Galli, Monica Gregori, Maria Iacono, Francesco Laforgia, Gianna Malisani, Margherita Minotto, Michela Marzano, Michele Mognato, Barbara Pollastrini, Maria Grazia Rocchi, Alessandra Terrosi, Giuseppe Zappulla, Davide Zoggia.

Tags: ,

Lavoro: è tempo di tredicesima mensilità

mercoledì, novembre 26th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

E’ tempo di tredicesima mensilità. La prestazione, riconosciuta dal DPR n. 1070/1960, va corrisposta prima del 25 dicembre ovvero, se precedente, al momento della risoluzione del rapporto di lavoro in relazione alle quote maturate a tale data. La tredicesima mensilità spetta sia in caso di lavoro a tempo pieno che parziale, le regole per la sua gestione sono individuate dai contratti collettivi e a questi va fatto sempre riferimento per verificarne le modalità di computo e di maturazione. Per quanto riguarda la maturazione, la quasi totalità dei contratti collettivi adottano il sistema dei mesi di servizio. La tredicesima mensilità, in quanto retribuzione, deve essere assoggettata a contribuzione previdenziale e a ritenute fiscali. Ai fini fiscali non vengano riconosciute le detrazioni per lavoro dipendente né le detrazioni per carichi di famiglia.

Tags: ,

Search