Archive for giugno, 2014

Aggiornato il manuale alla codifica ATECO 2007: nuova classificazione dei datori di lavoro ai fini previdenziali ed assistenziali

sabato, giugno 28th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

L’INPS ha pubblicato la circolare n. 80 del 25 giugno 2014 mettendo a disposizione il nuovo manuale di classificazione dei datori di lavoro ai fini previdenziali ed assistenziali aggiornato alla codifica delle attività economiche ATECO 2007. L’evoluzione tecnologica e normativa permette di inquadrare i datori di lavoro mediante un nuovo sistema automatizzato in grado di attribuire, in tempo reale: matricola; codice statistico contributivo (CSC); eventuali codici di autorizzazione che potrebbero avere effetto su tipologia e misura dei contributi dovuti. La procedura attribuisce ai datori di lavoro una classificazione nel settore di riferimento in relazione all’attività effettivamente esercitata con i dipendenti assunti.

Tags: ,

Lavoro: incentivi al settore agricolo dal 1° luglio

sabato, giugno 28th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Dal 1° luglio 2014 il settore agricolo potrà beneficiare di assunzioni agevolate. Le condizioni: assunzione mediante contratto a tempo indeterminato ovvero a tempo determinato di durata almeno triennale; redazione del contratto in forma scritta. Per il tempo determinato il periodo di occupazione minima deve essere di 102 giornate all’anno. Le assunzioni devono riguardare lavoratori di età compresa tra i 18 e i 35 anni, che si trovano in una delle seguenti condizioni: essere privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi; essere privi di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado. L’incentivo deve essere richiesto a mezzo istanza e verrà riconosciuto in base all’ordine di presentazione delle stesse e fino a esaurimento delle risorse.

Tags: , ,

Irap più leggera ma dal 2014

sabato, giugno 28th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Pubblicata in GU la Legge 23 giugno 2014 n. 89 di conversione del Dl n. 66/2014, diviene definitiva la riduzione dell’Irap per imprese e professionisti. La riduzione, pari a un decimo dell’aliquota, è prevista a decorrere dal periodo d’imposta 2014, non ha incidenza nel versamento dei prossimi acconti. In riferimento il legislatore ha introdotto specifiche aliquote per i versamenti in acconto per l’anno 2014.

Tags:

Unico 2014: indicazione dei beni strumentali per gli ex minimi

sabato, giugno 28th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

In Unico i contribuenti “ex-minimi” devono indicare l’ammortamento dei beni strumentali. I soggetti che nel periodo d’imposta in corso alla data del 31 dicembre 2011 o precedenti si sono avvalsi del regime dei contribuenti “minimi”, e che nel periodo d’imposta in corso alla data del 31 dicembre 2012 non hanno più applicato il regime fiscale di vantaggio devono indicare alcuni dati contabili nei quadri F, G, X e T senza tenere conto degli effetti derivanti dal principio di cassa, applicato nei periodi di imposta precedenti e correlato al citato regime. Per i beni ammortizzabili, come indicato nelle istruzioni alla compilazione degli studi di settore, devono essere individuati i valori delle quote di ammortamento relativi ai beni di costo unitario superiore a 516,46 euro, strumentali all’esercizio dell’attività d’impresa, ovvero di lavoro autonomo, acquistati durante i periodi d’imposta in cui il contribuente si è avvalso del regime dei “minimi”. Tali valori, determinati sulla base dei criteri ordinariamente previsti dal TUIR, devono essere indicati nei quadri F o G dello studio di settore.

Tags: ,

Agevolazioni: bonus per chi investe in beni strumentali

sabato, giugno 28th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il decreto competitività (Dl n. 91/2014) prevede un bonus sugli investimenti effettuati fino al 30 giugno dell’anno prossimo e destinati a strutture produttive situate in Italia. Tra i beneficiari, anche chi ha iniziato l’attività da meno di cinque anni e chi l’avvia dopo l’entrata in vigore della norma. Si tratta di un’agevolazione fiscale destinata agli imprenditori che rinnovano i propri strumenti produttivi nelle strutture ubicate sul territorio italiano. In particolare è previsto un credito d’imposta, pari al 15% degli investimenti effettuati in nuovi beni strumentali compresi nella divisione 28 della tabella Ateco 2007, utilizzabile in compensazione ripartendolo in tre quote annuali di pari importo.

Tags: , ,

Adempimenti: scadenza per gli iscritti al 5‰

sabato, giugno 28th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Lunedì 30 giugno è l’ultimo giorno utile a disposizione degli enti del volontariato per inviare, senza applicazione di sanzioni, la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, che attesta la persistenza dei requisiti di accesso alla ripartizione del 5‰ dell’Irpef relativo all’anno finanziario 2014. Trascorsa tale data si potrà adempiere entro il 30 settembre, versando un importo di 258 euro tramite modello F24 (codice tributo 8115).

Tags:

Il decreto sulla P.A. è in Gazzetta Ufficiale

giovedì, giugno 26th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il Decreto n. 90/2014 - Pa e semplificazioni – attiene all’ambito della pubblica amministrazione con uno sguardo verso semplificazioni e riduzioni di costi per le imprese. Tra le misure, oltre all’impegno a introdurre un modulo unico per l’edilizia e per l’avvio delle attività produttive, troviamo il dimezzamento, a partire dal 2015, del contributo annuale chiesto alle imprese per l’iscrizione alle Camere di commercio

Tags:

Registro imprese: stessa PEC per più imprese

giovedì, giugno 26th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con la circolare n.3670/C del 23 giugno 2014, ha fornito chiarimenti sull’obbligo di iscrizione della PEC delle imprese individuali e delle società nel registro delle imprese, con particolare riguardo all’iscrizione della medesima PEC su due distinte imprese. Il Ministero ha ribadito l’assoluta necessità di un indirizzo di posta certificata esclusivo ed univoco per ciascuna impresa. Dietro la segnalazione da parte dell’INAIL della presenza nel registro delle imprese di circa 191.000 indirizzi PEC condivisi da due o più imprese, il Ministero si è impegnato a rimuovere le suddette anomalie e a valutare assieme a Unioncamere e a Infocamere le iniziative praticabili per garantire l’esaustività ed affidabilità degli indirizzi PEC desumibili dal Registro delle Imprese.

Tags: ,

RED 2014: dichiarazione entro il 30 giugno

giovedì, giugno 26th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

C’è tempo fino al 30 giugno per l’invio delle dichiarazioni dei RED 2014, la dichiarazione dedicata ai pensionati plurireddito. Il modello RED è finalizzato alla verifica della permanenza del diritto a pensione o alla quantificazione del trattamento in dipendenza dell’avvenuta percezione di altri redditi nel corso del 2013. La comunicazione deve essere presentata entro il 30 giugno esclusivamente in via telematica.

Tags:

5 per mille: online gli elenchi con i ritardatari

giovedì, giugno 26th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

L’Agenzia delle Entrate ha reso disponibili tre distinti elenchi con i dati degli enti del volontariato, delle associazioni sportive dilettantistiche e degli enti della ricerca scientifica che hanno presentato la domanda di iscrizione al 5 per mille dopo i termini. I soggetti interessati possono iscriversi o regolarizzare la posizione entro il 30 settembre 2014, inviando la documentazione integrativa alle Direzioni Regionali per le Onlus e gli enti di volontariato, agli uffici territoriali del Coni per le associazioni sportive dilettantistiche, al Miur per gli enti della ricerca scientifica. In ogni caso sarà necessario versare una sanzione di 258 euro tramite il modello F24 con codice tributo 8115.

Tags: ,

Studi di settore: cresce il numero con accesso al regime premiale

giovedì, giugno 26th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Cresce il numero degli studi di settore (da 90 a 116), la cui applicazione può dar accesso al regime premiale introdotto dal Dl n. 201/2011. L’elenco è stato approvato con provvedimento del 25 giugno, tenendo conto delle analisi effettuate sulla base dei dati dichiarativi, delle modifiche agli studi apportate dai decreti ministeriali 23 dicembre 2013 e 24 marzo 2014 e delle valutazioni espresse dalle Organizzazioni di categoria. Può accedere al regime premiale chi dichiara ricavi pari o superiori a quelli risultanti dall’applicazione degli studi di settore, assolve regolarmente agli obblighi di comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell’applicazione degli stessi e risulta coerente e normale con gli specifici indicatori previsti dai decreti di approvazione degli studi. I benefici del regime premiale sono: l’esclusione da accertamenti analitico-presuntivi, la riduzione di un anno dei termini di decadenza per l’attività di accertamento e dei limiti alla determinazione sintetica del reddito complessivo.

Tags: ,

Fattura elettronica: le regole dell’Agenzia delle Entrate nella circolare 18/E

giovedì, giugno 26th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

L’Agenzia delle Entrate, nella circolare 18/E del 24 giugno, fornisce alcune precisazioni sulla fattura elettronica. La fattura elettronica è un documento emesso e accettato in formato digitale. Il percorso “ufficiale” deve essere  tutto informatico, non è sufficiente, cioè, che l’emittente trasmetta o metta a disposizione del destinatario la forma smaterializzata, ma è anche necessario che questa risulti gradita a chi la riceve. Non è elettronica la fattura creata con il software di contabilità o di elaborazione testi arrivata però cartacea a destinazione, mentre lo è quella compilata sul blocchetto in un primo momento e poi spedita e ricevuta tramite canali elettronici, ad esempio, via e-mail. Il sigillo sulla validità dell’operazione è il comportamento concludente del cessionario o committente. Se quest’ultimo vuole continuare ad utilizzare il metodo cartaceo, ciò non influenza l’obbligo dell’emittente di procedere comunque con la conservazione elettronica, sempreché vengano rispettati i requisiti di autenticità dell’origine, integrità del contenuto e leggibilità dal momento della creazione fino al termine del periodo di conservazione. In sostanza, quando l’emittente trasmette o mette a disposizione del ricevente una fattura elettronica, anche se questi non accetta tale processo, la fattura rimane elettronica in capo al primo, con conseguente obbligo di conservazione elettronica.

Tags: ,

Riscossione: i debiti Equitalia trovano nuove rate

giovedì, giugno 26th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Con la pubblicazione in GU n. 143 del 23 giugno 2014 della legge di conversione n. 89 del Dl n. 66/2014 è diventata operativa la possibilità di attivare nuove rateazioni da parte dei debitori di Equitalia decaduti da precedenti piani di rientro. E’ stata, infatti, prevista la facoltà di presentare una nuova istanza di rateazione entro la fine di luglio, allo scopo di ottenere una dilazione di durata non superiore a 72 rate. Questa facoltà è concessa solo ai soggetti che, alla data del 22 giugno 2013, hanno perso il beneficio del termine in precedenti rateazioni.

Tags:

DURC negativo sospeso dalla domanda di rateazione

giovedì, giugno 26th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

L’INPS apre la porta ai datori di lavoro in difficoltà con il versamento dei contributi. Nel messaggio n. 5192 del 6 giugno 2014 è intervenuto sulle regole della riscossione da parte dell’Istituto e, in particolare, sugli effetti del sistema del DURC interno in pendenza di dilazioni contributive. In caso di irregolarità contributiva che comporta l’assegnazione dei 15 giorni come preavviso per regolarizzare la posizione, la presentazione della domanda di rateazione consente di sospendere l’elaborazione del DURC, fino al termine di definizione della domanda. Se la domanda di dilazione è già stata accolta il termine per l’elaborazione del DURC interno slitta alla scadenza assegnata per il versamento della prima rata. Allo scadere di questi termini, sarà elaborato il DURC interno, positivo o negativo a seconda dei casi.

Tags: ,

Accertamento: i dati bancari non bastano a supportare le rettifiche al contribuente

giovedì, giugno 26th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

In materia di accertamento, i dati sui movimenti bancari rinvenuti durante una verifica in sede non bastano da soli a supportare la rettifica al contribuente. Le informazioni acquisite rappresentano solo una presunzione semplice, che va supportata da altri indizi per acquisire i caratteri di “gravità, precisione e concordanza” necessari a motivare l’accertamento. È quanto sostiene la stessa amministrazione finanziaria nella circolare della Guardia di Finanza 1/2008.

Tags:

Rivalutazione: nuovo calendario

giovedì, giugno 26th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Nuovo calendario per versare l’imposta sostitutiva per la rivalutazione dei beni d’impresa. La conversione del Dl n. 66/2014 ripristina il versamento dilazionato in tre rate di pari importo, entro il 16 giugno, 16 settembre e 16 dicembre. La rata del 16 giugno gode della proroga al 7 luglio.

Tags: ,

Tasi e Imu: il Mef risponde su sanzioni e interessi

mercoledì, giugno 25th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Considerata la situazione di incertezza normativa che ha caratterizzato il versamento della prima rata della Tasi, soprattutto in ragione delle novità legislative intervenute a stretto ridosso del 16 giugno 2014, data di scadenza anche dell’Imu, con la risoluzione 1/DF del 23 giugno, il Mef ritiene che sussistano le condizioni per applicare l’articolo 10 dello Statuto del contribuente che prevede, sulla base di “rapporti tra contribuente e amministrazione finanziaria … improntati al principio della collaborazione e della buona fede”, che non siano “irrogate sanzioni né richiesti interessi moratori al contribuente, qualora egli si sia conformato a indicazioni contenute in atti dell’amministrazione finanziaria, ancorché successivamente modificate dall’amministrazione medesima, o qualora il suo comportamento risulti posto in essere a seguito di fatti direttamente conseguenti a ritardi, omissioni od errori dell’amministrazione stessa” precisando inoltre che le “sanzioni non sono comunque irrogate quando la violazione dipende da obiettive condizioni di incertezza sulla portata e sull’ambito di applicazione della norma tributaria …”.

Tags: ,

Unico 2014: le verifiche dei professionisti

mercoledì, giugno 25th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Nella determinazione del reddito professionale è necessario effettuare alcuni controlli ai fini della correttezza dei dati indicati. Tra questi: le spese per vitto o alloggio e per aggiornamento professionale, i costi promiscui relativi a immobili e Imu, le eventuali perdite e lo scomputo delle ritenute non certificate o non pagate.

Tags:

Contradditorio: niente studi di settore al consulente con un solo incarico

mercoledì, giugno 25th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali, Sentenze | Nessun commento

La Corte di Cassazione, nella sentenza n. 14066 del 20 giugno 2014, in materia di accertamento da studi di settore, affermano che “la motivazione dell’avviso di accertamento non può esaurirsi nel mero rilievo dello scostamento dai parametri, ma deve essere integrata (anche sotto il profilo probatorio) con le ragioni per le quali sono state disattese le contestazioni sollevate dal contribuente in sede di contraddittorio, giacchè solo in questo modo può emergere la gravità, precisione e concordanza attribuibile alla presunzione basata sui suddetti parametri e la giustificabilità di un onere della prova contraria a carico del contribuente”. Nel caso in esame l’Agenzia delle Entrate aveva emesso un avviso di accertamento nei confronti di un contribuente (professionista) al fine di rideterminare le imposte sul reddito a seguito dei maggiori compensi accertati sulla base dell’applicazione dei parametri. Il professionista aveva ricorso contro il provvedimento perchè, egli, pensionato, aveva aperto partita IVA al fine di svolgere unicamente l’incarico ricevuto da un Consorzio come consulente tecnico, e l’aveva cessata al termine dell’incarico.

Tags: , , ,

Le semplificazioni annunciate dal Governo

mercoledì, giugno 25th, 2014 | Economia, Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Continuando l’esame delle semplificazioni annunciate dal Governo in conferenza stampa oggi segnaliamo: le prestazioni alberghiere e di somministrazioni di alimenti e bevande acquistate direttamente dal committente non costituiscono compensi in natura per il professionista che ne usufruisce; il professionista non dovrà più “riaddebitare” in fattura tali spese al committente e non dovrà più operare la deduzione del relativo ammontare quale componente di costo deducibile dal proprio reddito di lavoro autonomo; nelle società tra professionisti il reddito è imputato a ciascun socio per trasparenza in proporzione alla sua quota di partecipazione agli utili; l’operazione è consentita anche a fini previdenziali e ai fini IRAP: azzerati gli adempimenti per i rimborsi iva fino a 15.000 euro (ora la soglia è di 5.000 euro) e non vengono posti limiti all’ammontare dei rimborsi in favore dei contribuenti “non a rischio” per i quali non è più necessaria la prestazione della garanzia a favore dello Stato.

Tags:

Search