Archive for dicembre, 2011

Sul sito dell’Agenzia delle entrate il CUD 2012

sabato, dicembre 31st, 2011 | Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Pubblicata sul sito dell’Agenzia delle entrate la bozza del modello CUD 2012, con le relative istruzioni. Le scadenze sono invariate: la consegna da parte del datore di lavoro o dell’ente previdenziale al dipendente o pensionato è il 28 febbraio. Tra le novità: gli incentivi fiscali per il rientro dei “cervelli” in Italia, “BM” è il codice predisposto per indicare nelle annotazioni l’ammontare complessivo delle somme erogate e di quelle che non hanno concorso a formare il reddito imponibile; il contributo di solidarietà, introdotto dalla manovra d’agosto (art. 2, c. 2, Dl 138/2011); il differimento di 17 punti percentuali dell’acconto dell’Irpef dovuto per il periodo d’imposta 2011. Il codice “BQ” nelle annotazioni indicherà la riduzione dal 99% all’82%; sono confermate le agevolazioni per premi di produttività e comparto sicurezza; infine, il 5 per mille dà spazio a ambiente e cultura.

Tags: , , , ,

Accertamento: decadenza triennale IVA per l’atto già registrato

sabato, dicembre 31st, 2011 | Notizie Fiscali | Nessun commento

La CTR dell’Umbria – sezione 1 – sentenza n. 227 del  24 novembre 2011, attesta la decadenza triennale del poter di accertamento IVA per gli atti già registrati. Il caso si riferisce alla cessione di ramo d’azienda assoggettata precedentemente a imposta di registro con atto regolarmente registrato.  Dopo circa cinque anni, un altro ufficio, nel corso di un controllo all’impresa cedente, ha riqualificato l’operazione quale cessione di beni soggetta ad IVA e non di ramo di azienda. Il contribuente impugnava la rettifica eccependo la decadenza del potere di accertamento dell’Agenzia delle entrate in virtù del principio dell’alternatività IVA/registro, che prevede, una volta registrato l’atto ed assoggettato ad imposta di registro, la rettifica eventualmente entro tre anni (art. 76 del DPR 131/1986). La commissione tributaria regionale ha accolto la tesi del contribuente.

Tags: , , , ,

Tabelle ACI 2012

sabato, dicembre 31st, 2011 | Notizie Fiscali | Nessun commento

Pubblicate le tabelle elaborate dall’ACI  che fissano i costi chilometrici di esercizio, per il 2012, di autovetture, motocicli e ciclomotori. Lo rende noto un comunicato dell’Agenzia delle entrate, pubblicato sul supplemento ordinario n. 301 della Gazzetta Ufficiale del 28 dicembre 2011. I prospetti permettono di determinare l’imponibile fiscale e previdenziale del fringe/benefit dei mezzi di trasporto aziendali concessi ai dipendenti e ai collaboratori coordinati e continuativi per l’utilizzo promiscuo, cioè l’uso del veicolo sia per scopi privati sia per lavoro.

Tags: , ,

Spesometro

sabato, dicembre 31st, 2011 | Notizie Fiscali | Nessun commento

Emanato il provvedimento che disciplina i dati da comunicare da parte degli intermediari per transanzioni a mezzo carta di credito – scadenza al 30/04/2012.

Tags: , ,

In dichiarazione IVA 2012 l’inversione contabile per telefonini e computer

giovedì, dicembre 29th, 2011 | Notizie Fiscali | Nessun commento

Pubblicata sul sito dell’Agenzia delle entrate la bozza della dichiarazione IVA 2012. Tra le novità: la recente aliquota del 21%, l’inserimento di spazi per registrare le nuove regole sull’inversione contabile per telefonini e microprocessori, un nuovo campo, voluto ai fini statistici, per i beni e servizi oggettivamente indetraibili che vanno indicati separatamente dalle altre detrazioni limitate. Oltre al modello base state pubblicate le bozze degli altri modelli, comprensivi delle istruzioni, che compongono il sistema IVA. La dichiarazione si potrà presentare dal prossimo primo febbraio e, come lo scorso anno, è stato consentito a tutti i soggetti passivi di anticipare la dichiarazione annuale in forma autonoma senza rispettare il più ampio termine previsto per l’invio telematico della dichiarazione unificata.

Tags: , ,

Rinvio alla Consulta per la deduzione Irap del 10% – dubbi di costituzionalità

giovedì, dicembre 29th, 2011 | Notizie Fiscali | Nessun commento

La CTR Lombardia – sezione 28 – con ordinanza n. 30 del 21 dicembre 2011, rinvia alla Consulta i dubbi di costituzionalità circa la deduzione dall’IRES del 10% dell’IRAP pagata, quale quota forfetariamente determinata dell’IRAP che grava sul costo del lavoro e sugli interessi passivi netti. Secondo la Commissione contrasterebbe con i principi di uguaglianza, di capacità contributive e di tutela del lavoro. Esattamente: col principio di capacità contributiva, in quanto l’aumento dell’imponibile del reddito d’impresa, in misura pari all’IRAP indeducibile sulle spese per prestazioni di lavoro e gli interessi passivi, provoca l’imposizione di una ricchezza parzialmente inesistente; col principio di uguaglianza, in quanto a parità di reddito imponibile è colpita più di altre l’impresa che, nella composizione del suo reddito, più di quelle ha maggiori costi per prestazioni di lavoro e per capitali presi a mutuo; col principio della tutela del lavoro, perché la deduzione di tale costo nella misura del 95,75%, confrontata con la deduzione del costo dei macchinari al 100%, attraverso le quote di ammortamento, funge da disincentivo all’impiego di mano d’opera.

Tags: , , , ,

In scadenza il 31 dicembre 2011 la presentazione di Unico 2011 da parte degli eredi

giovedì, dicembre 29th, 2011 | Notizie Fiscali | Nessun commento

Gli eredi delle persone fisiche decedute dal 1° marzo 2011 devono effettuare la presentazione della dichiarazione dei redditi (Modello Unico 2011) e della dichiarazione ICI (solo per i comuni in cui è previsto l’obbligo). La dichiarazione va presentata per il tramite di uffici postali oppure a mezzo di intermediario abilitato; in quest’ultimo caso il termine ultimo di spedizione telematica è gennaio dell’anno successivo al decesso.

Tags: , ,

Lavoro: divieto di esercitare il potere disciplinare rispetto a fatti già sanzionati

mercoledì, dicembre 28th, 2011 | Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il divieto per il datore di lavoro di esercitare il potere disciplinare rispetto a fatti già sanzionati trova fondamento nella L. 20 maggio 1970, n. 300, art. 7, u.c. Questo divieto non si applica all’ipotesi in cui il nuovo esercizio del potere disciplinare riguardi fatti che, sebbene della stessa indole di quelli che hanno formato oggetto del pregresso procedimento, siano tuttavia diversi per le particolari circostanze di tempo e di luogo che li contraddistinguono, e come tali siano stati contestati nella loro specifica individualità.

Tags: ,

IRAP: nuova sentenza a favore dei professionisti

mercoledì, dicembre 28th, 2011 | Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Sindaci esonerati dall’IRAP, così si esprime la Cassazione (sentenza n. 27983 depositata il 21 dicembre 2011). Secondo i giudici non sono assoggettati all’imposta regionale i redditi derivanti dagli uffici di amministratore, sindaco o revisore di società. I professionisti che esercitano attività di questo tipo, potranno scorporare dal proprio imponibile le somme ricevute in corrispondenza di tali incarichi. La Cassazione ha fondato la sentenza sul secondo comma dell’art. 49 del TUIR in base al quale i redditi derivanti dagli uffici di amministratore, sindaco o revisore di società sono assimilati a quelli di lavoro dipendente. Il decreto IRAP, invece, fa riferimento al primo comma dello stesso articolo per la determinazione della base imponibile.

Tags: , ,

Catasto: la nuova valutazione degli immobili

mercoledì, dicembre 28th, 2011 | Notizie Fiscali | Nessun commento

L’esecutivo prepara il nuovo catasto, sono previsti nuovi criteri di valutazione degli immobili, e, probabilmente, aliquote più basse. La riforma del catasto, i cui valori sono ormai fermi agli anni ’80, punta alla valorizzazione del bene immobile attraverso la stima in metri quadri piuttosto che in vani. La novità dovrebbe portare una maggiore equità fiscale ed anche trasparenza del mercato immobiliare. Per evitare che l’imponibile fiscale sia troppo vicino alla realtà (quindi al valore di mercato) si parla di rimodulare le aliquote al ribasso in modo da non gravare in entità di tasse sui proprietari.

Tags: , , , ,

Agenzia delle entrate: il codice tributo per il versamento in F24 del contributo di ingresso in mobilità

martedì, dicembre 27th, 2011 | Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Secondo la previsione dell’art. 37, L. 9 marzo 1989, n. 88, per ciascun lavoratore posto in mobilità l’impresa è tenuta a versare alla gestione degli interventi assistenziali e di sostegno alle gestioni previdenziali una somma pari a sei volte il trattamento mensile iniziale di mobilità spettante al lavoratore. Tale somma è versabile in trenta rate mensili. Ai fini del versamento  l’Agenzia delle Entrate (risoluzione 129/E del 22 dicembre 2011) ha istituito un’apposita causale contributo ACIM, denominata Datori di lavoro – anticipazione contributo di ingresso mobilità -, che deve essere esposta nella sezione INPS, nel campo causale contributo – importi a debito versati – del modello F24.

Tags: , , , ,

Il modello 730/2012

martedì, dicembre 27th, 2011 | Notizie Fiscali | Nessun commento

Al debutto il modello 730/2012. Tra le novità:  la cedolare secca per i contribuenti che già nell’anno 2011 l’hanno scelta per gli affitti abitativi; la proroga degli incrementi della produttività; il contributo di solidarietà dovuto dai contribuenti con reddito complessivo superiore a 300 mila euro; il differimento di 17 punti percentuali dell’acconto IRPEF e della cedolare secca per il 2011; l’IMU (quadro I) per l’utilizzo dei crediti d’imposta 2012. Viene confermata la doppia scadenza per la presentazione, cioè entro il 30 aprile 2012, per chi presenta il 730 al proprio sostituto d’imposta, o entro il 31 maggio per chi presenta il 730 ad un Centro di Assistenza Fiscale o ad un professionista abilitato.

Tags: , , , , ,

Nello spesometro gli acconti per gli immobili

martedì, dicembre 27th, 2011 | Notizie Fiscali | Nessun commento

Nelle risposte date ad alcuni quesiti posti dalle associazioni di categoria sullo spesometro, l’Agenzia delle Entrate chiarisce alcuni punti dubbi; devono essere ricomprese il noleggio con conducente, i beni auto consumati e gli acconti per le vendite degli immobili se la cessione avviene in un anno successivo. Per gli immobili sono escluse le fatture di acconto e saldo emesse da un’impresa edile relativamente all’immobile che formerà oggetto di successiva vendita. Sussiste obbligo di comunicazione solo per le fatture di acconti registrate nell’anno precedente a quello in cui avviene la registrazione della compravendita.

Tags: ,

L’ITALIA, L’EUROPA, BONANNI E UN NUOVO PATTO PER L’ITALIA

martedì, dicembre 27th, 2011 | Articoli a pagamento | Inserire la propria password per visualizzare i commenti

Monti non lo ritengo né zio, né un incompetente.

Il prof. Monti è una delle persone più autorevoli a livello mondiale. E gli spregiativi, i toni usati dal signor Bonanni, francamente, non  mi sono piaciuti.

Chiedo al segretario generale della Cisl: ma in tutti questi anni, dove è stato? In un altro Paese, alle Bahamas oppure non si è mai posto il problema della crisi mondiale. Caro Bonanni, nato a Bomba in provincia di Chieti, 62 anni di età, diplomato in istituto commerciale, un lungo corso frequentato, nel 1972, presso il “Centro Studi Cisl” di Firenze e un passato da traghettatore filogovernativo, senza distinguere ruoli e competenze, appoggiando a pieno titolo la privatizzazione dell’Alitalia, e intrattenendo, come evidenziato nell’enciclopedia libera Wikipedia, rapporti personali con vari membri il governo di centrodestra in carica, atteggiamento per il quale è stato sottoposto ad aspre critiche e contestazioni”, ebbene, come può ergersi paladino a tutela dei lavoratori e dei più deboli? Ha mai auspicato e/o sollevato e se sì in questi anni, in quali contesti, la risoluzione di problemi di primaria importanza quali la riduzione del debito pubblico, del pareggio di bilancio, della crescita e dell’occupazione, della tassazione delle rendite finanziarie, del sostegno al lavoro e alle imprese, di una riforma fiscale? Ha mai pensato che il più importante investimento al mondo, è sui giovani, sulla ricerca e sulla scuola in generale? Oppure si è perso nei meandri dei salotti televisivi a chiacchierare, parlare, parlare, parlare….mentre il Paese e il sistema economico mondiale era, come lo è attualmente, in preda a una crisi, finanziaria, figlia di una speculazione, e Lei, come altri, ad attendere una sorta di manna, di divina “provvidenza manzoniana” che risolvesse che cosa? Per cortesia, ora un po’ di silenzio e prestate attenzione alle considerazioni di chi, come me, è meno autorevole di altri ma, non per questo, privo di idee e di analisi prospettiche.

Non voglio spingermi oltre, ma desidero soffermare la mia attenzione su alcuni temi che sono stati oggetto di discussione in questi giorni.

E’ finito un ciclo, ma deve terminare, in particolare, quella della conflittualità perché, in questo specifico periodo, incrementa la morsa della crisi e mina sistema paese. Ciò non significa accettare manovre inique, ma lavorare assieme, concertare la strada meno indolore per la realizzazione di riforme strutturali.

Si deve lavorare per colmare il deficit e arrivare al pareggio di bilancio, nel più breve tempo possibile, per rilanciare, nel periodo intermedio, la competitività, la concorrenza, la crescita, i consumi e l’occupazione.

Questo post è protetto da password. Per leggerlo inserire la password qui sotto:


Modalità di applicazione del regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilita

sabato, dicembre 24th, 2011 | Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Il provvedimento n. 185820 /2011 del Direttore dell’Agenzia delle entrate ricorda i requisiti di accesso al regime fiscale per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità, di cui all’articolo 27, commi 1 e 2, del Dl 6 luglio 2011, n. 98 (legge 111/2011). Sono interessate le persone fisiche che intraprendono un’attività d’impresa o di lavoro autonomo dal 1° gennaio 2012, ovvero che l’hanno intrapresa successivamente al 31 dicembre 2007, e che possiedono i requisiti previsti all’articolo 1, commi da 96 a 99 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e dall’articolo 2 del Dm 2 gennaio 2008. Tra le condizioni di accesso si ricordano: l’attività da esercitare non deve costituire, in nessun modo, una mera prosecuzione di altra attività precedentemente svolta sotto forma di lavoro dipendente, non opera laddove il contribuente dia prova di aver perso il lavoro o di essere in mobilità per cause indipendenti dalla propria volontà; il regime fiscale di vantaggio si applica per il periodo di imposta di inizio attività e per i quattro successivi; i soggetti che non hanno ancora compiuto il trentacinquesimo anno di età possono continuare ad applicare il regime fiscale di vantaggio fino al periodo di imposta di compimento del trentacinquesimo anno di età, senza esercitare alcuna opzione espressa.

Tags: , , ,

L’IRAP 2012

sabato, dicembre 24th, 2011 | Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Le modifiche all’IRAP 2012 interessano solo le aliquote dell’imposta che hanno subito ritocchi al rialzo in seguito alla manovra di luglio (Dl n. 98/2011). L’appendice al Modello IRAP 2012, disponibile da ieri sul sito internet dell’Agenzia delle entrate, evidenzia le nuove percentuali distintamente per Regione. A livello generale le aliquote ordinarie sono ora fissate nel 4,20% per le società che svolgono attività di imprese concessionarie diverse da quelle di costruzione e gestione di autostrade e trafori, nel 4,65% per le banche e per le società finanziarie, nel 5,90% per le imprese di assicurazione. La base imponibile resta invariata: le nuove deduzioni previste dal Dl n. 201/2011 per il costo del lavoro femminile e per i giovani under 35 si applicheranno solo dall’esercizio 2012. Tra le novità grafiche, il frontespizio accoglie una nuova casella “dichiarazione integrativa art. 2, comma 8-ter, DPR n. 322 del 1998” da barrare se il contribuente ripresenta il modello, entro 120 giorni dalla scadenza, al solo fine di modificare la scelta di rimborso del credito evidenziato nella denuncia originaria in quella di compensazione.

Tags: , ,

Chiarimenti INPS sul rimborso della contribuzione per lavoro domestico

sabato, dicembre 24th, 2011 | Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Dal prossimo mese di gennaio 2012 partirà la procedura informatizzata volta alla gestione delle differenze contributive dei lavoratori domestici, che consentirà di effettuare il rimborso dei contributi ai datori di lavoro; lo rende noto l’INPS con il messaggio n. 24199 del 21 dicembre 2011. I crediti a favore del datore di lavoro si possono generare per versamenti effettuati in eccesso rispetto al dovuto o a duplicazioni di versamento relativamente ad uno stesso trimestre per uno stesso lavoratore. Le istanze di rimborso devono essere inviate tramite i punti di pagamento aderenti al circuito Reti Amiche (tabaccai e filiali Unicredit) alla Direzione Centrale Entrate che ne curerà l’esito direttamente con Lottomatica e la banca. Nel caso in cui siano presenti scoperti contributivi, prima di procedere con il rimborso è necessario che il datore di lavoro regolarizzi la propria posizione.

Tags: , , , , , ,

Contribuenti Minimi

sabato, dicembre 24th, 2011 | Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

L’agenzia ha pubblicato i provvedimenti realtivi al regime dei contribuenti minimi (provvedimento n. 185820/2011)ed al regime residuale degli ex contribuenti minimi (provvedimento n. 185825/2011).

Per i nuovi minimi abolita la ritenuta d’acconto sulle fatture emesse.

Tags: ,

Entratel: le fatture per compenso agli intermediari entro il 31 dicembre 2011

sabato, dicembre 24th, 2011 | Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Con un comunicato l’Agenzia delle entrate ha reso noto che dal 31 dicembre 2011 non sarà più possibile effettuare la trasmissione delle fatture da parte degli intermediari per la corresponsione del compenso riguardante sia le dichiarazioni elaborate e trasmesse negli anni 2004 – 2010 sia i modelli F24 trasmessi negli anni 2007 – 2010. Con successivo avviso, sarà comunicata la data a partire dalla quale saranno disponibili le nuove comunicazioni relative ai compensi per la trasmissione telematica delle dichiarazioni e dei modelli di pagamento F24 online.

Tags: , , ,

Il regime dei minimi dal prossimo anno: fatture senza ritenuta

sabato, dicembre 24th, 2011 | Lavoro, Notizie Fiscali | Nessun commento

Ieri è arrivato un chiarimento, con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate, circa l’applicazione dal prossimo anno del nuovo regime dei minimi. I ricavi e i compensi dei contribuenti minimi non saranno più assoggettati a ritenuta d’acconto. La novità impatta anche sulle fatture 2011 se emesse e non pagate, che andranno, quindi, modificate. La motivazione è legata alla misura dell’imposta sostitutiva 5%, molto più bassa rispetto a quella delle ritenute d’acconto dei professionisti 20%, comportando la chiusura delle relative dichiarazioni sempre con un credito di imposta. Pertanto, dal 2012 i compensi dei professionisti non dovranno più essere assoggettati a ritenuta d’acconto, ai sostituti d’imposta si dovrà consegnare una dichiarazione che proverà il regime adottato. Il beneficio dura cinque anni dal periodo di imposta di inizio dell’attività per tutti i contribuenti, anche per quelli di età superiore a 35 anni.

Tags: , , ,

Search