FEDERALISMO FISCALE – Da Venezia una prospettiva per l’Italia

mercoledì, aprile 29th, 2009 | Notizie Fiscali | Nessun commento

Finalmente disponibile online:

FEDERALISMO FISCALE – Da Venezia una prospettiva per l’Italia ( DOWNLOAD )

A cura del

Delegato del Sindaco al Federalismo fiscale

dott. Maurizio Baratello

IL FEDERALISMO: analisi, ricerche e proposte

Prefazione

Se è vero che il Federalismo è un “foedus”, un’alleanza tra soggetti diversi

laddove comune è l’intento di riorganizzare un qualcosa che si chiama “Stato”, è

pur vero, che questa alleanza deve essere vera, consapevole di ciò che si

prefigge raggiungere e cambiare, neutra da spinte politiche di parte, per non

inficiare le identità su cui poggia l’idea guida della riforma dello Stato

centrale.

Fiumi di parole, hanno attraversato l’argomento del Federalismo, focalizzandolo

sulla riforma del titolo V della Costituzione ed elaborando ipotesi di

cambiamento basate più sull’informatizzazione dell’ente territoriale, piuttosto

che affrontare una radicale riforma di cambiamento.

Per continuare la lettura, scarica il documento intero in formato PDF, disponibile a questo link.

Trasmissione telematica dati Caf: le nuove specifiche tecniche

L’Agenzia delle entrate, con provvedimento dell’11 aprile 2018, ha approvato le nuove specifiche tecniche che devono essere utilizzate dai Caf per trasmettere, in via telematica, all’Agenzia delle entrate i dati relativi alla propria attività.

Tags: ,

Cassazione: notifica tramite ar senza la qualifica di chi ritira

In caso di notificazione ai sensi dell’articolo 140 cpc, la raccomandata con la quale viene data notizia al destinatario del deposito dell’atto nella casa comunale non è soggetta alla disciplina della legge 890/1982 ma soltanto a quanto prescritto dal regolamento postale per la raccomandata ordinaria. Tanto ha detto la Corte di Cassazione nell’ordinanza n. 6492 del 16 marzo 2018 dove si precisa che per la ritualità della notifica è, quindi, sufficiente che il relativo avviso di ricevimento sia sottoscritto da persona rinvenuta dall’ufficiale postale, non dovendo invece da esso risultare la qualità del consegnatario o la sua relazione con il destinatario.

Tags: ,

Cassazione: illegittima l’Iva sulle royalty

Secondo la Corte di Cassazione (sentenza 6 aprile 2018, n. 8473) è Illegittima l’Iva sulle royalty. L’imposta corrisposta con il meccanismo dell’inversione contabile, anche a seguito di accertamento relativo alle royalty, non può essere nuovamente richiesta/pretesa dall’Autorità doganale quale tributo di importazione, configurandosi comunque quale imposta interna a prescindere dalle modalità di riscossione.

Tags: ,

Italia: 250 ore di adempimenti fiscali

Si impiegano circa 250 ore per essere in regola con gli adempimenti fiscali in Italia . Dato in miglioramento rispetto al 2010 quando occorrevano 300 ore. Lo rivela la commissione europea nel suo tax survey 2017. La Ue scrive “Due indagini sull’incertezza fiscale nel rapporto tra le imprese e le amministrazioni fiscali consentono di individuare quali fonti di incertezza fiscale sono relativamente più importanti per le scelte economiche, in particolare, una notevole burocrazia e un trattamento incoerente da parte dell’autorità fiscale sono considerati le due fonti più importanti di incertezza fiscale”. Il tempo trascorso comprende le ore necessarie per gestire l’imposta sul reddito delle società, l’imposta sul valore aggiunto e le imposte sui dipendenti.

Tags:

Pensioni: dal 13 aprile le domande per l’Ape volontaria

Dal 13 aprile si potranno presentare le domande per l’Ape volontaria, il “prestito finanziario con garanzia pensionistica” che consentirà a chi avrà almeno 63 anni nel 2018 (o almeno 63 anni e 5 mesi nel 2019) di uscire in anticipo dal lavoro. La conferma arriva dal comunicato dell’ABI, l’Associazione delle Banche italiane, che ha annunciato lo sblocco delle procedure informatiche in tempo per consentire la presentazione della domanda a coloro che hanno chiesto la retroattività.

Tags: ,

Agevolazioni zone franche urbane: le regole per i nuovi bandi

Il ministero dello Sviluppo economico, con la circolare n. 172230 del 9 aprile 2018, illustra il quadro normativo applicabile ai nuovi bandi di concessione delle agevolazioni fiscali e contributive a favore delle piccole e micro imprese e dei professionisti localizzati nelle zone franche urbane, alla luce delle novità introdotte dal Dm 5 giugno 2017, che ha modificato il precedente Dm 10 aprile 2013. Vengono anche stabiliti i termini per la presentazione delle istanze di accesso alle agevolazioni nelle Zfu individuate dalla delibera Cipe n. 14 dell’8 maggio 2009 non comprese nell’ex obiettivo Convergenza. Si tratta delle zone franche urbane di: Pescara; Matera; Velletri; Sora; Ventimiglia; Campobasso; Cagliari; Iglesias; Quartu Sant’Elena; Massa-Carrara. Le istanze potranno essere presentate a partire dalle ore 12 dal 4 maggio 2018 (ore 12) e fino al 23 maggio 2018 (ore 12).

Tags: ,

Precompilata: consultazione dal 16 aprile

Da lunedì 16 aprile i cittadini potranno consultare la propria dichiarazione dei redditi 2018 “precompilata” dall’Amministrazione finanziaria e a controllare le informazioni che l’Agenzia delle entrate ha utilizzato per mettere a punto un modello in gran parte già pronto per la presentazione. Dal 2 maggio, invece, potranno accettare, modificare e inviare il 730 oppure intervenire sul modello Redditi che, invece, potrà essere trasmesso dal 10 maggio.

Tags:

Conciliazione di lavoro: l’imponibilità delle somme corrisposte

Nelle conciliazioni di lavoro appaiono casistiche ricorrenti che prevedono l’erogazione di somme rispetto alle quali spesso ci si interroga sull’imponibilità o meno, sia a livello fiscale che previdenziale. In via generale, la somma con cui si concilia rispetto ad un licenziamento è: esente da contribuzione (circ. Inps 263/1997, punto 2); assoggettata all’aliquota TFR in quanto somma che trova origine nella cessazione del rapporto di lavoro (salvo offerta conciliativa). Ciò in tutti i casi in cui con l’erogazione di una somma si estingue il contenzioso relativo al licenziamento, in qualunque delle fattispecie di licenziamento ci si trovi, ivi comprese le ipotesi in cui l’estinzione del rapporto avvenga su sentenza. Ai fini dell’imponibilità, la somma dell’offerta di conciliazione è completamente esente, sia dal punto di vista contributivo che retributivo, mentre le altre somme corrisposte nell’ambito della conciliazione “seguono il regime fiscale ordinario”.

Tags: ,

Ok della Ue al credito d’imposta per le regioni colpite dal sisma

La Commissione europea dà l’ok al credito d’imposta per sostenere gli investimenti nelle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, colpite dai terremoti del 2016 e del 2017. I fondi a disposizione ammontano a 43,9 mln di euro. Inoltre, il ministero dello Sviluppo economico ha stanziato 48 mln di euro per le imprese che vogliono investire nelle zone del Centro-Italia, colpite dagli eventi sismici. Con due diversi provvedimenti – il primo è la decisione Ue numero Sa 48571 sul credito d’imposta e il secondo la circolare MiSe del 12 marzo 2018, n. 149937 – vengono sbloccate risorse, sia europee, sia nazionali, per il rilancio produttivo delle regioni colpite dai terremoti del 2016 e 2017 .

Tags: , ,

Fringe benefit: il punto dell’Agenzia

L’Agenzia delle Entrate, nella circolare 29 marzo 2018, n. 5/E, parla della nuova formulazione dell’art. 1, comma 184 della legge di Stabilità del 2016, e cioè della possibilità per il lavoratore, se prevista dal contratto aziendale o territoriale, di convertire il premio di risultato anche con i benefit indicati dall’art. 51 del Tuir, ovvero: concessione di veicoli aziendali, concessione di prestiti, concessione in locazione, uso o comodato di fabbricati, concessione gratuita di viaggi ai dipendenti del settore ferroviario, contributi alle forme pensionistiche complementari, contributi di assistenza sanitaria, azioni.

Tags:

Ue: per le misure antiterrorismo stretta su Iva e contante

La Ue per contrastare il terrorismo propone l’intensificazione della lotta alla frode Iva,  un limite al contante e lo stop  all’importazione illegale di beni culturali. La commissione europea stima che le frodi transfrontaliere in materia di Iva ammontano a 50 miliardi di euro l’anno. Le misure proposte dalla comprendono l’inasprimento dei controlli in contanti sulle persone che entrano o escono dall’Unione con 10 mila euro o più. Le verifiche doganali verrebbero estese anche al contante inviato in pacchi postali e la definizione di “denaro contante” verrebbe estesa all’oro e ad altre materie prime ad alto valore.

Tags: , ,

Il Fisco nello Spid

Anche il fisco nello Spid. I servizi online dell’Agenzia delle entrate sono accessibili ora attraverso il Sistema pubblico di identità digitale. A stabilirlo è un provvedimento delle Entrate, firmato dal direttore Ernesto Maria Ruffini, che ufficializza un nuovo step del programma di adeguamento dei propri sistemi It portato avanti con il supporto tecnologico di Sogei.

Tags:

Piccoli interventi edilizi senza placet del Comune

I piccoli interventi di ristrutturazione edilizia come il rifacimento dei pavimenti o il rinnovo degli infissi non avranno più bisogno del titolo edilizio, non sarà più necessario il placet dell’ufficio tecnico del comune. La lista è contenuta nel decreto 2 marzo 2018 del ministero delle infrastrutture, cofirmato dal ministero della p.a., recante «Approvazione del glossario contenente l’elenco non esaustivo delle principali opere edilizie realizzabili in regime di attività edilizia libera, ai sensi dell’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 222», pubblicato in G.U. n. 81 del 7 aprile 2018.

Tags:

Iperammortamento: il beneficio dopo la dichiarazione giurata

Con la risoluzione 27/E del 9 aprile 2018, l’Agenzia delle entrate fornisce ulteriori chiarimenti in merito alla disciplina agevolativa dell’iper ammortamento. Per godere dei benefìci fiscali, l’impresa deve produrre una dichiarazione resa dal legale rappresentante, ovvero, per i beni aventi ciascuno un costo di acquisizione superiore a 500 mila euro, una perizia tecnica giurata rilasciata da un ingegnere o da un perito industriale iscritti nei rispettivi albi professionali, oppure un attestato di conformità rilasciato da un ente di certificazione accreditato, attestanti che il bene possiede caratteristiche tecniche tali da includerlo negli elenchi di cui agli allegati A-B alla legge di bilancio 2017 ed è interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura. L’interconnessione, insieme agli altri requisiti previsti dalla legge, deve essere attestata dalla dichiarazione del legale rappresentante, dalla perizia tecnica giurata o dall’attestato di conformità. Tali documenti devono essere acquisiti dall’impresa entro il periodo d’imposta in cui il bene entra in funzione, ovvero, se successivo, entro il periodo d’imposta in cui il bene è interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura. In quest’ultimo caso, l’agevolazione sarà fruita solo a decorrere dal periodo d’imposta in cui si realizza il requisito dell’interconnessione.

Tags: ,

Dichiarazione precompilata: pubblicate le regole d’accesso

Con il provvedimento del 9 aprile 2018 l’Agenzia ha stabilito le modalità tecniche che consentono ai contribuenti interessati, e agli altri soggetti autorizzati, di prendere visione della dichiarazione precompilata. Due le novità sulle modalità d’accesso “delegato”: il riferimento ai dati dichiarativi dell’anno precedente (non più dei due anni prima) da indicare nella richiesta e l’accesso in cooperazione applicativa con cornice di sicurezza da parte dei Caf, introdotto in via sperimentale. Dal prossimo 2 maggio i contribuenti hanno la possibilità di modificarla/integrarla e di inviarla all’Agenzia nel rispetto degli elevati standard di sicurezza approvati dal Garante della privacy.

Tags:

Acquisti intracomunitari di veicoli: i nuovi obblighi comunicativi

Sulla GU del 5 aprile 2018  ieri è stato pubblicato il Dl 26 marzo 2018 del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, adottato di concerto con il direttore dell’Agenzia delle entrate, nel quale sono state adottate le nuove procedure di controllo telematico dei dati relativi ai veicoli importati in Italia e oggetto di acquisto intracomunitario. Tali procedure hanno lo scopo di contrastare e prevenire fenomeni evasivi ed elusivi, in particolare dell’Iva. Le norme modificate sono adesso in vigore e abrogano quelle contenute nel decreto del 30 ottobre 2007 e nel decreto del 29 marzo 2011, nonché ogni altra disposizione contrastante.

Tags:

DSA: pubblicate le regole attuative per effettuare la detrazione

L’Agenzia delle entrate, con provvedimento del 6 aprile 2018, ha definito le modalità attuative della nuova detrazione Irpef relativa alle spese sostenute dai soggetti con diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento (DSA). Per beneficiare della detrazione è necessario essere in possesso di un certificato rilasciato dal Servizio sanitario nazionale, da specialisti o strutture accreditate. Le spese sostenute devono essere documentate da fattura o scontrino fiscale, sul quale va indicato il codice fiscale del soggetto affetto da Dsa e la natura del prodotto acquistato o utilizzato. Tra gli strumenti compensativi si elencano a titolo esemplificativo: la sintesi vocale, che trasforma un compito di lettura in un compito di ascolto; il registratore, che consente all’alunno o allo studente di non scrivere gli appunti della lezione; i programmi di video scrittura con correttore ortografico, che permettono la produzione di testi sufficientemente corretti senza l’affaticamento della rilettura e della contestuale correzione degli errori; la calcolatrice, che facilita le operazioni di calcolo; altri strumenti tecnologicamente meno evoluti quali tabelle, formulari, mappe concettuali. Nel novero dei sussidi tecnici e informatici, invece, rientrano le apparecchiature e i dispositivi basati su tecnologie meccaniche, elettroniche o informatiche, come, i computer necessari per i programmi di video scrittura, appositamente fabbricati o di comune reperibilità, preposti a facilitare la comunicazione interpersonale, l’elaborazione scritta o grafica, l’accesso alla informazione e alla cultura.

Tags:

730: ok alle correzioni delle spese sanitarie nel precompilato

Le spese sanitarie e veterinarie si possono correggere nel modello 730 precompilato. La nuova funzionalità è riservata ai contribuenti che accedono al portale tramite tessera sanitaria (TS); il Garante della privacy ha detto SI nel provvedimento 194 del 5 aprile 2018.

Tags: ,

CNDCEC: rischio costi alti per la fatturazione elettronica

giovedì, aprile 12th, 2018 | Articoli, Economia, Finanza, Giustizia, Lavoro | Nessun commento

Il CNDCEC denuncia un rischio aumento costi per la fattura elettronica, che potrebbe diventare un affare per le società di software. Il Consiglio nazionale dei commercialisti sarebbe pronto a scendere in campo, e sta riflettendo sulla possibilità di creare un portale autonomo per gestire i processi di fatturazione digitale, che«consenta, almeno ai piccoli studi professionali, di poterne usufruire in maniera assolutamente gratuita. A darne notizia il tesoriere dell’Ordine nazionale Roberto Cunsolo, al congresso dell’Associazione nazionale commercialisti (Anc) sul rapporto fra fisco e contribuente.

Tags:

Search